Mancini sul raccordo stradale della scuola di Cesano: 'Altri mini appartamenti'

Roberto Mancini 2' di lettura 04/03/2011 -

Ecco la novità dell’urbanistica senigalliese: a Cesano verrà costruito un palazzotto di mini appartamenti! Attenti, però: saranno davvero mini, perché l’area in questione (adiacente alla scuola, tra la ferrovia e le case che danno sulla VI strada) è esclusa dal vincolo dei 52 metri quadrati minimi e, quindi, potranno essere anche più piccoli, loculi da 30 metri quadrati ad esempio, con grande vantaggio di coloro che realizzeranno l’intervento.



Dopo le Piramidi, Cesano aveva proprio bisogno che questa area verde fosse costruita con una tale destinazione! Giovedì scorso, ho chiesto in Commissione i dettagli di questo intervento: quanti alloggi nei 1600 mq. previsti di superficie da edificare? di quali misure gli appartamenti? Ma, oltre a quanto detto sopra, l’Assessore non ha saputo dire perché, ha affermato, è un altro l’ufficio che si occupa di questi aspetti della pratica. Però, intanto la Convenzione tra Comune e impresa costruttrice è stata firmata. Ma non sarebbe stato opportuno conoscere il progetto prima di firmare?

Di fronte a tutto ciò, mi preoccupa il futuro di Senigallia (e del Cesano), vista l’insistenza con cui vengono riempiti quegli spazi che sono rimasti verdi o liberi (senza dimenticarci di ciò che sta avvenendo attorno alla città). Mi preoccupa anche che non si costruisca per dare alloggio ai senigalliesi, che continuano ad emigrare nel circondario, visti i prezzi che si mantengono alti anche grazie ad interventi come questo di Cesano. Quindi, avremo un nuovo scatolone di cemento abitato per poche settimane l’anno! Nel 2011, addirittura, altri mini appartamenti, quando il turismo dovrebbe essere centrato su alberghi e pensioni e non su volumi vuoti 11 mesi su 12. Che Amministrazione virtuosa! Diranno che con gli oneri di urbanizzazione si realizzerà una nuova uscita dalla scuola elementare.

Ma fino a quando si consumerà territorio per opere che potrebbero essere finanziate in altro modo? Il fatto è che altre soluzioni non sono state nemmeno ricercate e l’operazione, nel suo complesso e per la misura ridottissima degli appartamenti, sembra più in favore di chi costruisce che a vantaggio della frazione o della città.


da Roberto Mancini
Consigliere comunale di “Partecipazione”





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-03-2011 alle 16:25 sul giornale del 05 marzo 2011 - 2939 letture

In questo articolo si parla di roberto mancini, politica, Capogruppo consiliare di “Partecipazione”

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/h5F


Commento modificato il 04 marzo 2011

Perchè Mancini quei mini appartamenti verranno affittati per poche settimane l'anno??

D'estate turisti...d'inverno mignotte!

Conoscendo l'area...

Ma nella sua analisi lei fa mancare troppo ingenuamente un particolare: che un anno fa in campagna elettorale la coalizione vincente promise CONSUMO DEL TERRITORIO ZERO stampandolo sul programma.


lorenzo anche da ceresoni queste parole sono state dette tempo fa su v.s. , e' stato detto anche dal sindaco : la citta' che ho in mente avra' grande attenzione per la persona sia che abiti il centro , sia che abiti le nostre frazioni , i nostri borghi ,le nostre campagne, ricevuto per posta e datato marzo 2010 , ma sappi che sono tre anni che non vedo piu' un'operaio che fa manutenzione alla strada e pulizia laterale ......l'erba arriva al centro della strada .......ma l'importante e' costruire a prezzi da capogiro ...in questo momento di crisi ....grazie signor sindaco per tutto quello che fa per le frazioni ( san silvestro ).

...perché tutte le parole che mi viene da scrivere sono solo pesanti insulti?

appunto!!! zero consumo del territorio.. invece... ma io lo sapevo che le sue erano promesse vane!
invece una sinistra a servizio delle ditte e dei privati...per favore... che enorme tristezza!
ma oltre a ciò, questi giorni ci hanno dimostrato che se continuaiamo a costruire, l'acqua delle abbondanti piogge (è inutile che ci sorprendiamo! le trasformazioni climatiche sono più che evidenti ed annunciate da anni......) come possiamo "contrastale"?! il cemento e l'asfalto nonassorbono acqua... i terreni ben tenuti e salvaguardati sì.. per cui, questa mi pare doppiamente una scelta miope e scarsamente intelligente...
infine, firmare un progetto.. ma cosa c'era scritto se non sanno neanche cosa ci andranno a realizzare?!
non tutti i senigalliesi hanno votato per voi, ma tutti ora sono governati da voi (stupore della democrazia!), ma abbiate rispetto per tutti e fate il vostro lavoro nel vero interesse di questa citta... sono stanca di vedere noi cittadini messi in secondo piano rispetto ai turisti... e se vogliamo costruirci un futuro, se i nostri genitori non ce lo possono dare in "comodato d'uso", dobbiamo cercarcelo fuori da questa citta... non è possibile! noi senigalliesi siamo orgogliosi di questa città e ne siamo innamorati (nel bene e nel male), perchè devo essere messa alle spalle e scegliere tra ciò che posso permettermi e ciò che desidererei?!

Una domanda da profano: i permessi per edificare sono stati dati dalla giunta Angeloni o dalla giunta Mangialardi ?
Ovvero la promessa di non edificare ulteriormente e di consumo di territorio zero è stata fatta durante l'ultima campagna elettorale. Bene. Questo intervento era già stato deciso prima del 31 marzo 2010 o è stato un intervento coordinato dalla nuova giunta?
Sè è vera la seconda ipotesi avete ragione voi, altrimenti no. Secondo voi il fatto che la nuova giunta abbia promesso Consumo Zero di territorio significa che a Senigallia non si costruirà più e vengano cassati anche i permessi e gli interventi fissati in precedenza tipo via Cellini? Magari....ma sappiamo tutti benissimo che non si può fare.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Anonimo

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Il punto è proprio questo gente:

promesse o no da marinaio, burle da campagna elettorale, autorizzazioni d'era angeloniana o mangialardiana, poco importano.

La questione è che ancora una volta sorgerà sul territorio una nuova piccionaia studiata per far fare cassa ai soliti pochi.

Chi vive in 30 mq. non ci sta con la famiglia e non ci passa sicuramente tutta la vita quindi possono sorgere anche dubbi riguardo la maniera in cui verranno occupati, vista anche l'area periferica.

Non voglio discriminare i proprietari e le loro intenzioni che neppure conosco, per carità.
Cerco di parlare solo per esperienza.

Dico solo che è il sistema che è fallace, perchè quando l'istituzione consente di fare certi buchi in periferia automaticamente a mio parere incentiva affitti neri, clandestinità, prostituzione, latitanza, insicurezza...

Di esempi ce ne sono tanti. Uno fra tutti: Le Piramidi con i famosi retroscena. Oppure più a nord l'orrendo territorio fantasma tra Marotta e Fano dove nessuno può definire con certezza quanti e quali elementi vi vivono.

Ma come dici tu è necessario che questi senigalliesi orgogliosi e amanti della propria città escano fuori e pure in fretta come gli insurrezionalisti libici (senza armi e violenza, mi raccomando) prima che non la riconoscano più.

Quilly, ma ci fai o ci sei... Questa E'la giunta Angeloni. E'il suo naturale proseguimento. E se in campagna elettorale è stato promesso "consumo di territorio zero", già sapendo - perché non potevano non saperlo, sindaco e Ceresoni in testa - che i gradassi li potevano fare perché tanto ormai molti permessi erano stati deliberati, peggio pure. Si chiama millantato credito!

Non sono per un cazzo daccordo. In campagna elettorale si è detto che non sarebbero stati concessi nuovi permessi e non che sarebbero stati revocati quelli già dati.
Emblematico è stato il caso di via Cellini di cui in campagna elettorale si è discusso se era possibile dimezzare l'area cementificabile da 17 a 8 ettari al costo di una penale verso il costruttore.
Questa non è la giunta Angeloni. SE è il suo naturale proseguimento non lo so.
Di certo Ceresoni, Mangialardi ecc sapevano che i permessi erano stati deliberati come tutto il resto della cittadinanza perchè questi sono atti PUBBLICI.
Tutti sanno quali sono le aree che saranno edificate perchè già stato deliberato in passato. Tutti.
E quindi di quale millantato credito stai parlando?
In campagna elettorale tutto è stato molto chiaro.
NON DAREMO NUOVI PERMESSI PER COSTRUIRE. PUNTO.
Oppure era meglio dire "Continueremo a dare permessi a chi li chiede?"