contatori statistiche

A Monica Guerritore il Premio Internazionale Valeria Moriconi

Fondazione Pergolesi Spontini 5' di lettura 08/03/2011 -

A Monica Guerritore viene assegnata la seconda edizione del Premio Internazionale Valeria Moriconi, quale personaggio femminile “Protagonista della scena”. L’autrice e regista Sonia Antinori e l’attrice Nicoletta Robello premiate per il “Futuro della scena”. Il premio biennale intitolato alla grande attrice jesina sarà consegnato venerdì 11 marzo alle ore 21 al Teatro Pergolesi di Jesi.



Valeria Moriconi è stata una straordinaria protagonista della scena nella seconda metà del ‘900 (ha debuttato nel cinema nel 1953 e ha calcato il palcoscenico fino al 2004), lavorando con alcuni dei più prestigiosi registi non solo di teatro ma anche di cinema e televisione, quali Alberto Lattuada, Yves e Marc Allégret, Mauro Bolognini, Valerio Zurlini, Luchino Visconti, Eduardo De Filippo, Franco Enriquez, Benno Besson, Aldo Trionfo, Giancarlo Cobelli, Massimo Castri, Luca Ronconi, Maurizio Scaparro, Egisto Marcucci, Gabriele Vacis ecc.

Il Premio Internazionale Valeria Moriconi “Protagonista della scena” è stato istituito dalla Città di Jesi per conservare e continuare l’eredità artistica e culturale della grande attrice jesina – profondamente legata alla sua città ove è nata nel 1931 e si è spenta nel 2005 – valorizzando il ruolo della donna sulla scena tra passato, presente e futuro.

Il Premio biennale è assegnato da una commissione, costituita da rappresentanti degli Enti promotori, ad un personaggio femminile della scena internazionale che si sia affermato per l’eccellenza del suo curriculum artistico in uno dei diversi settori dello spettacolo. L’artista premiata consegna a sua volta una targa ad una giovane promessa per il “Futuro della scena” prescelta per lo spiccato talento, la quale potrà esprimersi in un programma di attività da svolgere a Jesi nel corso dell’anno.


Nella prima edizione (2009) il Premio “Protagonista della scena” è stato assegnato alla star internazionale Isabelle Huppert mentre Claudia Sorace - regista, attrice e cofondatrice della compagnia Muta Imago – è stata insignita del Premio “Futuro della scena”.

Il progetto a cura del Centro Studi e Attività Teatrali Valeria Moriconi gestito dalla Fondazione Pergolesi Spontini è promosso da Comune di Jesi-Assessorati alla Cultura e alle Pari Opportunità, Amat (Associazione Marchigiana Attività Teatrali) e Provincia di Ancona– Assessorato alla Cultura, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, della Regione Marche e dell’Associazione Teatro di Roma e con il sostegno di UBI

La commissione all’unanimità ha assegnato la seconda edizione del Premio “Protagonista della scena” a Monica Guerritore per la forte personalità artistica, l’intensità e il fascino delle sue interpretazioni teatrali e cinematografiche affinate in una vita interamente dedicata non solo al palcoscenico ma, da donna del nostro tempo, alle diverse declinazioni delle arti della recitazione; per la sua costante attenzione alle figure femminili dalla personalità complessa a cui, nel corso della carriera, ha dato voce con audace modernità, con passionalità e rigore, animata da un alto ideale della dignità femminile; per la capacità di rinnovarsi e di mettersi artisticamente in discussione ponendosi sempre al servizio della scena; per la sensibilità e l’impegno nelle cause civili e, infine, per l’affinità del suo percorso di formazione e di esperienze artistiche con quello dell’indimenticabile Valeria Moriconi.

La commissione ha preferito assegnare quest’anno il premio Futuro della scena al progetto di una nuova opera teatrale tratta dal volume “Valeria Moriconi. Come in uno specchio” a cura di Franco Cecchini (Edizioni QuattroVenti, 2008) affidandone la realizzazione a Sonia Antinori e Nicoletta Robello. A partire dalle pagine del libro, il lavoro drammaturgico e registico di Sonia Antinori distillerà il racconto sincero o costruito, talvolta drammatizzato o iperbolico, ma sempre appassionato, dell’attrice jesina. Un viaggio - non solo nell’arte del teatro quanto nelle tante sfaccettature di una personalità dal sé esuberante e profondo come quella della Moriconi – che sarà interpretato in scena da Nicoletta Robello, attrice dalle grandi qualità. In un ideale passaggio di testimone, a distanza di sei anni dalla scomparsa, Valeria Moriconi tornerà sul palcoscenico e nel cuore del suo pubblico. Ma stavolta, non come l’affascinante e raffinata interprete che abbiamo conosciuto nei teatri di tutta Italia, bensì come protagonista di un percorso artistico indimenticabile. Non solo, quindi, un omaggio ad una delle più grandi donne di teatro del nostro Paese, ma un invito a scrutare altre possibili e meno consuete strade drammaturgiche.

La cerimonia di premiazione si terrà a Jesi venerdì 11 marzo in due momenti distinti. Nel pomeriggio, alle 17,30 al Teatro Studio Moriconi, in un incontro aperto a pubblico e stampa, l’attrice romana presenterà il suo libro autobiografico La forza del cuore edito da Mondadori. Al suo fianco, in veste di conduttore, Masolino d’Amico, critico teatrale del quotidiano La Stampa.

La serata si sposterà poi al Teatro Pergolesi dove alle 21 va in scena lo spettacolo Dall’Inferno all’Infinito di cui, oltre che interprete, la Guerritore è autrice e regista. Appassionante incontro tra letteratura e teatro, lo spettacolo è un viaggio letterario nell’animo umano, compiuto attraverso i versi di grandi autori immortali che con forza e passione si sono interrogati sulla ricerca del senso dell’esistenza umana.

Conclude la giornata la premiazione condotta dalla giornalista Lucilla Niccolini e con l’accompagnamento musicale dell’arpa di Monica Micheli. Alla vincitrice sarà consegnata una pregevole opera originale dello scultore contemporaneo Eliseo Mattiacci (Frammento di stelle 2011, Puro Alluminio cm 11x10x2) e la medaglia del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano; di seguito, sarà la stessa Guerritore ad insignire con la targa “Futuro della scena” Sonia Antinori e Nicoletta Robello.

Tutti gli appuntamenti della giornata sono ad ingresso gratuito. Per lo spettacolo Dall’Inferno all’Infinito assegnazione del posto a partire da mercoledì 9 marzo alla biglietteria del Teatro Pergolesi di Jesi. Per informazioni Fondazione Pergolesi Spontini tel. 0731/206888 (biglietteria@fpsjesi.com www.fondazionepergolesispontini.com) e Centro Valeria Moriconi tel. 0731/215378 (www.centrovaleriamoriconi.org).



Scarica il pdf Scheda Premio Protagonista della scena 2011
Scarica il pdf Scheda Premio Futuro della scena 2011
Scarica il pdf Scheda Presentazione Libro
Scarica il pdf Scheda Presentazione Spettacolo
Scarica il pdf Biografia Monica Guerritore
Scarica il pdf Biografia Sonia Antinori
Scarica il pdf Nicoletta Robello





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-03-2011 alle 15:59 sul giornale del 09 marzo 2011 - 899 letture

In questo articolo si parla di teatro, jesi, spettacoli, fondazione pergolesi spontini, monica guerritore, nicoletta robello, sonia antinori, premio protagonista della scena 2011, premio futuro della scena 2011

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/iec





logoEV
logoEV