In Giappone ricostruita in sei giorni l'autostrada distrutta dal terremoto, il ponte sul Cesano?

Giappone: autostrada distrutta dal terremoto 2' di lettura 27/03/2011 -

Sembra incredibile, ma ce l’hanno fatta. Gli ingegneri della società di gestione Nexco, per ripristinare un tratto dell’autostrada a nord di Tokyo devastata dal terremoto dell’11 marzo, hanno impiegato soli sei giorni di lavoro!



Un intervento che rappresenta davvero un record difficilmente uguagliabile, sia dal punto di vista del tempo impiegato, sia per la grande voglia, tenacia e coraggio con cui i giapponesi hanno deciso di reagire di fronte alla catastrofe che li ha colpiti. Guardando le foto di quest’autostrada, subito dopo essere stata completamente distrutta dal terremoto, ci si domanda come abbiano fatto in così poco tempo, non solo a ricostruirla, ma addirittura a renderla attiva e funzionante, permettendo così l’utilizzo della strada a tutti gli automobilisti. In altri Paesi, soprattutto nella nostra bell’Italia , si sarebbe immaginata una deviazione o, comunque, almeno un lungo periodo di lavori di ripristino. Merito dell’ingegner Makoto Ishikawa e della sua squadra, capaci di riaprire al traffico, in pochissimo tempo, il tratto di Naka (150 metri) ma non solo: anche venti differenti strade e autostrade, circa 813 chilometri su 870 danneggiati dal terremoto, sono già stati riaperti al pubblico.

Insomma chissà se un giorno sarà possibile chiedere l’intervento della squadra di Ishikawa anche dalle nostre parti, per la ricostruzione del ponte sul Cesano, crollato mesi fa a causa dell'incuria e dell'imperizia dei responsabili alla viabilità del nostro territorio, per la cui ricostruzione si prevedono tempi assurdi (forse entro quest'anno si deciderà di che colore rifarlo). Per la Salerno – Reggio Calabria, i cui lavori di ammodernamento sono iniziati negli anni ’90, dietro l’impulso dell’Unione Europea, e ancora non portati a termine. Loro ce l’hanno fatta in sei giorni, noi, ormai, aspettiamo da 20 anni la fine. E credo che dovremo attendere ancora per molto.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-03-2011 alle 17:21 sul giornale del 28 marzo 2011 - 4030 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, autostrada, ponte, corinaldo, cesano, fiume cesano, giappone, Enea Bartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iWs


Penso che se mi fosse capitata la fortuna di nascere, crescere e vivere in Giappone non avrei aperto bocca manco per dire CIAO!!

proporrei di affidargli i lavori della Salerno - Reggio Calabria chissà che in un paio di mesi la finiscano




logoEV