Riuscita la Giornata Fai di Primavera a Jesi

Chiesa di San Marco 1' di lettura 27/03/2011 -

Il 26 e il 27 marzo 2011 si è svolta la Giornata FAI di Primavera in tutta Italia e anche Jesi ha risposto entusiasta a questa iniziativa.



Una tradizione lunga 19 anni che quest'anno ha visto l'apertura di 660 beni artistici e architettonici in tutto il Bel Paese. Per Jesi è stata l'occasione di far riscoprire, o scoprire per la prima volta, la Chiesa di San Marco, che si erge in Via Costa San Marco e che risalirebbe alla prima metà del XII secolo. La struttura, appartenente al Comune di Jesi, è gestita dalle Suore Carmelitane che si occupano soprattutto di mantenere lo stabile pulito in particolar modo durante matrimoni o altre celebrazioni religiose.

Durante gli orari di apertura della Chiesa in occasione della Giornata Fai, un'ottantina circa di studenti delle classi 1 A, B, C e D della scuola secondaria di primo grado Duca Amedeo di Savoia hanno indossato le vesti di Apprendisti Ciceroni e, con slancio ed entusiasmo, hanno illustrato ai visitatori tutte le caratteristiche architettoniche, storiche e artistiche della Chiesa, accompagnandoli in un tour all'interno dell'edificio.

"La Chiesa di San Marco è un gioiello bellissimo di proprietà del Comune- spiega Luca Tombari, responsabile del Fai di Jesi- sconosciuto ai più nonostanti ci si passi davanti tante volte. I ragazzi della scuola Savoia hanno risposto entusiasti a questo progetto in cui hanno messo una carica enorme".

"Ora -continua Tombari -stiamo pensando, in collaborazione con l'Assessore alla Cultura di Jesi Leonardo Lasca, di inserire la Chiesa di San Marco nel circuito turistico della Città di Jesi. Speriamo che il progetto vada in porto."








Questo è un articolo pubblicato il 27-03-2011 alle 21:43 sul giornale del 28 marzo 2011 - 1219 letture

In questo articolo si parla di cultura, fai, ilaria cofanelli, chiesa san marco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/iWX