Il 5% degli ultra 65enni ha l’Alzheimer, a Jesi test predittivi sulla malattia

Confartigianato ancona 31/03/2011 -

Sabato 2 aprile uno stand contro la malattia dalle ore 9.30 alle 18 presso il centro commerciale Ipersimply di Jesi in via Gallodoro
 



I malati di Alzheimer sono in continua crescita nella Vallesina. Un incremento che va di pari passo con l’allungarsi delle aspettative di vita e con l'aumento della popolazione anziana. La malattia colpisce circa il 5% delle persone che hanno più di 65 anni; una percentuale che aumenta con il progressivo innalzarsi dell’età. Un dato per nulla confortante, commenta Confartigianato che da anni si batte contro il morbo di Alzheimer mettendo in campo iniziative atte a sensibilizzare la popolazione su una patologia così devastante.

Sabato 2 aprile l’Anap Confartigianato organizza uno stand informativo presso il centro commerciale Ipersimply di Jesi in via Gallodoro dalle ore 9.30 alle ore 18, per la campagna di predizione e prevenzione dell’Alzheimer “Senza ricordi non hai futuro” annualmente promossa da Confartigianato Persone e dall’ANAP, l’Associazione nazionale anziani e pensionati di Confartigianato. La campagna prevede anche il finanziamento dell’attività di ricerca medica su nuovi metodi di prevenzione e cura. Esperti e volontari saranno a completa disposizione per spiegare cosa è la malattia di Alzheimer e come si può prevenire.

Il morbo è un processo degenerativo delle cellule cerebrali che distrugge a poco a poco la vita di chi ne è affetto, rendendolo incapace di fare anche le cose più semplici. Se ne vanno via i ricordi, le capacità acquisite in una vita. Il malato non riesce neanche a riconoscere le persone più care. Il gazebo di Confartigianato fornirà materiale illustrativo sulla malattia, fungerà da centro di ascolto per familiari di affetti da Alzheimer, illustrerà possibili strategie di prevenzione e, per chi fosse interessato, somministrerà un test predittivo sulla malattia atto a individuare se si è in qualche modo predisposti alla patologia. Verranno fatti compilare i questionari per la ricerca in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma e Croce Rossa Italiana. Presente allo stand anche il comitato locale CRI di Jesi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2011 alle 17:54 sul giornale del 01 aprile 2011 - 1210 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato, confartigianato jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/i7A