Modus Operandi cambia veste e altri appuntamenti

08/04/2011 -

Per l'ultima settimana di apertura di Modus Operandi, personale di Patrizio Di Massimo (Jesi, 1983), l'allestimento cambia veste e lo spazio si trasforma in una doppia installazione video. La mostra sarà visitabile venerdì 8 con orario 17.00-19.30 e sabato 9 con orario 10.00-13.00 o su appuntamento, con ingresso gratuito.



Dopo aver presentato la serie di nuove opere concepite da Di Massimo per gli spazi del white.fish.tank, il concept di sperimentazione si propone di contestualizzare il lavoro dell'artista presentando al pubblico Oae e Fuga dal disordine, due produzioni meno recenti ma altrettanto significative nell'ambito della ricerca storiografica dell'artista.
Oae (2009), girato in Libia, intreccia immagini della Tripolitania contemporanea a frammenti del film Lion of the desert del 1981. Il video, incentrato sul tema del colonialismo Italiano di inizio novecento, esamina uno dei capitoli più oscuri della nostra storia attraverso un complesso collage in cui presente e passato si fondono. Fuga dal disordine (2010) è la documentazione della performance dall'omonimo titolo creata per la mostra Low Decò presso Villa Necchi Campiglio, Milano. La performance, interamente scritta da Di Massimo, è concepita come una visita guidata in cui l'attore Alberto Onifretti accompagnando i visitatori per le sale, narra le vite di Margherita Sarfatti e Italo Balbo tracciando al contempo una precisa analisi delle regole del movimento artistico novecentesco di Ritorno all'Ordine.

Oae è stato esposto in passato alla Whitechapel Gallery di Londra, Gamec di Bergamo, Foundation Proa di Buenos Aires, Ballroom Marfa in Texas, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo in Guarene, Galleria civica di Monfalcone. Fuga dal disordine in versione di documentazione viene invece mostrato per la prima volta in pubblico in questa occasione, prima di essere presentato alla biennale di Praga nel maggio prossimo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2011 alle 16:47 sul giornale del 09 aprile 2011 - 737 letture

In questo articolo si parla di arte, cultura, ancona, white.fish.tank

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jpT