x

Cambio al vertice dell’Unione. Concluso il mandato del sindaco Papadopoulos. “In eredità un ente sano”

Unione dei Comuni della media Vallesina 4' di lettura 12/04/2011 -

Il sindaco di Castelbellino Demetrio Papadopoulos conclude il suo mandato di presidente dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina, l’ente che riunisce per la gestione di alcuni servizi le amministrazioni di Maiolati Spontini, Castelplanio, Castelbellino, Monteroberto, Montecarotto, San Paolo di Jesi e Poggio San Marcello. Papadopoulos è stato il quinto presidente dell’organismo fondato nel 2003, dopo i sindaci di Maiolati Spontini Sergio Cascia e Giancarlo Carbini, di Castelplanio Luciano Pittori e di Poggio San Marcello Tiziano Consoli. Il consiglio dell’Unione si riunirà per decidere il successore di Papadopoulos nei prossimi giorni.



Il mandato della Giunta e del Consiglio, eletti in coincidenza col rinnovo delle Amministrazioni comunali nell’estate del 2009, durerà fino al 2014 ma nel frattempo si alterneranno altri due presidenti. In base al principio della turnazione, i prossimi saranno scelti fra i sindaci di Monteroberto, Montecarotto e San Paolo di Jesi, i cui primi cittadini non hanno ancora ricoperto l’incarico. Il Comune, dei tre, che resterà fuori, guiderà l’Unione, con il suo primo cittadino, nel mandato che inizierà nel 2014.

Intanto Papadopoulos traccia un bilancio dell’attività dell’Unione durante la sua presidenza. Un primo elemento di soddisfazione arriva dai dati finanziari. “La gestione 2010 si è chiusa con un avanzo di 102.137 euro, di cui 2.137 euro per fondi di ammortamento e 100.000 euro costituiti da fondi non vincolati. E’ un risultato importante – sottolinea il presidente uscente – frutto di una corretta ed oculata amministrazione delle risorse derivanti dai trasferimenti statali e regionali. In particolare, sulla consistenza dell’avanzo influisce il non utilizzo del fondo per l’avvio, inizialmente concesso dal Ministero dell’Interno, che di anno in anno è confluito nell’avanzo di amministrazione ed è stato utilizzato solo parzialmente per finanziare specifici interventi in conto capitale. Tenuto conto che la nostra Unione non ha entrate proprie, sarebbe auspicabile che questo importante avanzo possa essere mantenuto anche negli anni a venire”.

I servizi e le funzioni in capo all’Unione vanno dal coordinamento intercomunale in materia di protezione civile alla Polizia locale, dalle colonie marine al nucleo di valutazione, dal trasporto sociale all’università degli adulti, dal servizio statistica a quello di derattizzazione e disinfestazione del territorio. Per quanto riguarda la Protezione civile “si è provveduto ad aggiornare la banca dati dei volontari iscritti ai gruppi comunali e sono stati effettuati diversi incontri tecnico-operativi e organizzate esercitazioni congiunte nel territorio”. L’attribuzione del servizio di ricovero dei cani randagi all’Unione “ha consentito un risparmio economico per i Comuni, per effetto della stipula di due sole convenzioni con canili gestiti da associazioni di volontariato che offrono adeguate garanzie a condizioni e costi più vantaggiosi”. Potenziato il servizio di trasporto sociale e rinnovata la convenzione con il comune di Rosora. “Il notevole incremento di richieste di trasporto porta a ritenere questo servizio – osserva Papadopoulos – estremamente importante per i suoi risvolti sociali. Gli obiettivi positivi fino ad oggi raggiunti vanno condivisi con i volontari dell’associazione Auser Media Vallesina con cui stipuliamo annualmente una convenzione”.

Fra i servizi fondamentali, anche la Polizia locale. “Nel 2010, con le risorse finanziarie dell’Unione e in particolare con i proventi derivanti dall’accertamento delle sanzioni per violazioni al codice della strada, si è proceduto al potenziamento dell’organico con un’assunzione nei mesi estivi e l’introduzione del terzo turno di lavoro, notturno”. Papadopoulos sottolinea anche il successo dell’università, “la cui numerosa adesione ai corsi ha dimostrato quanto fosse sentita dalla cittadinanza l’esigenza di avere nel territorio tale servizio” e delle colonie marine. Ricorda anche il progetto “Sicurezza urbana”, che coinvolge sei dei sette comuni aderenti. “Consiste nell’installazione di sistemi di videosorveglianza in diversi punti sensibili del territorio. Le telecamere, trentatré, saranno in funzione entro l’estate”.

Infine, Papadopoulos, augurando buon lavoro al prossimo presidente dell’Unione, esprime la sua gratitudine alla Giunta e al Consiglio “per il sostegno avuto, ringrazio in particolar modo il segretario dell’Unione Luigi Albano e tutto il personale, sia per la collaborazione sia per l’aiuto offertomi in questi venti mesi di mandato alla guida dell’Unione dei Comuni”.


da Unione dei Comuni della Media Vallesina




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2011 alle 14:52 sul giornale del 13 aprile 2011 - 870 letture

In questo articolo si parla di attualità, Vallesina, Comuni, unione dei comuni della media vallesina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/jw6