Nascondeva la droga sotto l'armadietto del bagno: fermato 35enne jesino

Polizia 13/04/2011 -

Sono stati sequestrati 160 grammi di hashish, nascosti sotto le suppellettili del bagno, a un 35enne jesino che si riforniva metodicamente da spacciatori dell'Emilia Romagna, in particolare Bologna e Rimini.



Le indagini, condotte dal personale del commissariato di Jesi diretto dal dottor Antonio Massara, hanno individuato un giovane jesino dedito al consumo di droga, P.S. le sue iniziali, già inserito negli ambienti di smistamento della droga.

P.S., impiegato in un'azienda cittadina, raggiungeva in treno le città in cui si riforniva di droga per poi tornare a Jesi e consumarla personalmente o cederla ad altri giovani jesini. Grazie a indagini accurate si è arrivati alla perquisizione dell'abitazione del giovane e i poliziotti sono riusciti a individuare il luogo dove P.S. aveva abilmente nascosto il materiale stupefacente: sotto un armadietto del bagno.

I 160 grammi di hashish, quantitativo ragguardevole per la città di Jesi secondo chi ha condotto le indagini, sono stati immediatamente posti sotto sequestro e il giovane fermato. Ora sono in corso delle indagini per rintracciare eventuali collegamenti in ambito cittadino e all'esterno della città.






Questo è un articolo pubblicato il 13-04-2011 alle 15:28 sul giornale del 14 aprile 2011 - 920 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, ilaria cofanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jAn





logoEV