Maiolati Spontini: arrestati dai Carabinieri a Moie due stranieri specializzati nei furti ai bar

18/04/2011 -

Avevano vari precedenti di polizia per delitti contro il patrimonio M.D. rumeno di 29 anni, residente nei dintorni di Roma e E.Q.A., marocchino di 41 anni, regolarmente in Italia e residente a Roma, che sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione di Moie di Maiolati Spontini agli ordini del comandante Maresciallo Sandro Troiano e dal suo vice Maresciallo Fabio Funghi.



I due stranieri sono già a disposizione dell’Autorità Giudiziaria presso il carcere di Ancona Montacuto, dove sono stati rinchiusi perché su loro pende l’accusa di almeno furti ai danni di bar ed esercizi pubblici.

Negli ultimi periodi infatti erano in sensibile aumento i furti contro questo tipo di attività, in particolare per quelle che hanno sale gioco, nella zona da Moie a Jesi. I furti, durante i quali venivano portati via solo soldi per varie migliaia di euro, avvenivano sia di giorno che di notte ed avevano come obiettivo le macchine cambia soldi che tali attività mettono a disposizione per i clienti che vogliono tentare la fortuna. In tutti i casi i congegni venivano volati senza azione di scasso, come se chi agisse disponesse delle chiavi. I titolari delle attività vittime dei furti avevano descritto due soggetti non del luogo muoversi in maniera sospetta ed in alcuni casi le telecamere avevano ripreso i due mentre agivano. In un caso erano addirittura state annotate le prime due lettere della targa dell’auto con cui i due erano stati visti allontanarsi.

Tutti questi elementi sono stati utili ai militari per sorprendere i due stranieri, con caratteri somatici perfettamente coincidenti a quelli descritti nelle denunce e ripresi nelle immagini, in un bar di Moie mentre si aggiravano proprio nei pressi della macchinetta cambia soldi. Mandato all’aria il loro tentativo di darsi ad una rapida fuga i Carabinieri li hanno sottoposti a perquisizione, trovando loro addosso un vero kit di attrezzi utile per aprire le macchinette: diverse chiavi alterate, due congegni elettronici, forbici ed altro materiale idoneo oltre a quattrocento euro in contanti in banconote di vario taglio. Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro come anche l’auto corrispondente a quella segnalata essere a disposizione dei due stranieri rinvenuta nei pressi dello stesso bar.

L’operazione portata a termine dimostra l’efficacia delle azioni di controllo del territorio delle forze dell’ordine e l’importanza della collaborazione dei cittadini, grazie alle cui attente segnalazioni si è più velocemente giunti all’arresto dei due ladri.

Le indagini proseguono ora per capire se ai due stranieri sia addebitabili altri furti oltre a quelli già segnalati nelle denunce.








Questo è un articolo pubblicato il 18-04-2011 alle 11:13 sul giornale del 19 aprile 2011 - 3444 letture

In questo articolo si parla di cronaca, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jLC