Maiolati Spontini: incrementati i servizi a favore dei disabili nonostante i tagli del Governo

Stemma del Comune di Maiolati Spontini 2' di lettura 18/04/2011 -

L’Amministrazione comunale non solo mantiene inalterata la qualità dei servizi sociali ma incrementa gli investimenti in alcuni settori “sensibili” come quello della disabilità. Una scelta non certo comune, visti i pesanti tagli dei finanziamenti statali. A sottolinearlo sono il sindaco Giancarlo Carbini e l’assessore ai Servizi sociali Fabiana Piergigli.



“Nonostante la riduzione dei finanziamenti per gli interventi di carattere sociale, perpetrata dal Governo ai danni dei Comuni, rimane immutata la volontà e l’impegno di questa Amministrazione a sostenere le politiche a favore della famiglia. Siamo riusciti con grande sforzo a mantenere la capacità di spesa utile per conservare tutti i servizi, senza pregiudicarne la qualità”. Una considerazione particolare merita il caso dei servizi per la disabilità.

“Abbiamo aumentato la capacità di spesa – annunciano sindaco e assessore – incrementando il capitolo di bilancio relativo al servizio di assistenza educativo individuale”. L’incremento è stato di 28 ore settimanali e del 12 per cento dell’importo a bilancio, che passa così dai 205.000 euro del 2010 ai 229.000 euro per il 2011.

“Un aumento necessario per rispondere in maniera adeguata, sia in termini di quantità che di qualità, alla costante crescita della domanda di servizi a favore di ragazzi e adulti disabili. Siamo convinti – spiegano Carbini e Piergigli – che, soprattutto in questi tempi di crisi, sia quanto mai necessario continuare a parlare di diritti della persona disabile ed il riconoscimento di tale diritto non può trascendere né dal tema dell’integrazione nella società, in considerazione dei crescenti rischi di istituzionalizzazione, né da quello della reale rispondenza dell’intervento alle esigenze della persona e del mantenimento della qualità, vista la tendenza al risparmio. In generale, diventa sempre più importante, secondo noi, nel destinare le risorse di un ente pubblico, privilegiare gli interventi a favore dei servizi alla persona. Lastricare la strada alle ‘pari opportunità’, dando qualcosa in più a coloro che per età, sesso, censo, malattia oppure solo per sorte hanno ‘di meno’ diventa l’unico intervento possibile per cercare di arginare la crisi sociale imperante. Crisi che lascia al tappeto la fascia di popolazione definita più debole (anziani, donne, minori, disoccupati, svantaggiati, malati), persone che una società civile degna di questo nome dovrebbe maggiormente tutelare. In questo modo rafforziamo la nostra scelta, fatta come Comune che ha un bilancio meno sofferente rispetto agli altri Comuni, di non intervenire genericamente sulla riduzione delle tariffe ma di privilegiare fortemente il settore dei servizi, sociali, scolastici e culturali per garantire a tutti un elevato livello della qualità di vita”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-04-2011 alle 22:05 sul giornale del 19 aprile 2011 - 833 letture

In questo articolo si parla di disabili, attualità, Maiolati Spontini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jNQ





logoEV