Ginesi membro d'onore dell'Accademia Imperiale dell'arte russa

Cesare Romiti e Armando Ginesi 19/04/2011 -

Nell’ambito dell’apertura della mostra del noto artista russo Zurab Tsereteli e dell’Accademia Imperiale dell’Arte Russa, che il Presidente della Regione Marche Gianmario Spacca inaugurerà mercoledì 20 aprile alla Mole Vanvitelliana di Ancona, è previsto che il Maestro Tsereteli, che della prestigiosa istituzione voluta da Pietro il Grande è il Presidente, proceda alla “vestizione” in tocco e toga del prof. Armando Ginesi, critico d’arte e Console Onorario della Federazione Russa di Ancona, quale Membro d’Onore dell’istituzione.



In realtà il prof. Ginesi è già membro d’onore dal 2006, ma la cerimonia delle vestizione non è mai avvenuta ed è stato lo stesso Presidente a chiedere che la si svolgesse proprio ad Ancona nel contesto della sua mostra personale curata dallo stesso critico d’arte marchigiano, come è avvenuto a Roma il 7 marzo scorso allorché l’ambito riconoscimento è stato concesso al dott. Cesare Romiti, già Amministratore Delegato della FIAT ed oggi Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Accademia di Belle Arti di Roma.

I membri d’onore italiani della più importante istituzione russa sono sei e precisamente: Roberto Capucci, stilista; Armando Ginesi, critico d’arte; Vincenzo Giubba, presidente accademia italiana della moda e del design; Tonino Guerra, scrittore e sceneggiatore; Arnaldo Pomodoro, scultore; Cesare Romiti, general manager.

Il maestro Tsereteli, dopo l’inaugurazione, ripartirà alla volta di Parigi per partecipare, in rappresentanza della Federazione Russa, all’assemblea generale dei Presidenti dei comitati nazionali dell’UNESCO.


da Consolato onorario della federazione russa di Ancona




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-04-2011 alle 14:38 sul giornale del 20 aprile 2011 - 1051 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, Russia, Consolato onorario della federazione russa di Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jN5





logoEV