Contestazioni nel giorno dell'inaugurazione: striscioni con la scritta 'Vergogna'

messersì 1' di lettura 21/04/2011 -

Il nuovo casello non ha mancato di sollevare polemiche, anche nel giorno della sua inaugurazione. La famiglia Messersì, cui sono stati espropriati diversi metri di terreno per la realizzazione della nuova rotatoria di ingresso al casello.



Da mesi i Messersì ribadiscono l'ingiustizia subita, con una nuova strada che ora “passa all'interno di quello che prima era il loro giardino”. In segno di protesta ieri mattina un grosso lenzuolo nero, in segno di lutto, con la scritta a caratteri cubitali “Vergogna” campeggiava sul terrazzo dell'abitazione. La nuova rotatoria, che collega il casello con la provinciale Arceviese, ha due corsie per senso di marcia ed è dotata sul lato, in direzione Arcevia, di una pista ciclabile. Contro la complanare si era schierato anche il Comitato Versus Complanare. Posizioni rispetto alle quali il primo cittadini ribadisce la via del dialogo.

“In questi mesi c'è stata un'azione significativa di Societò Autostrade e del Comune che ha chiuso tante polemiche -afferma il sindaco Maurizio Mangialardi- sono convinto che oggi, e ancor più con il prosieguo della realizzazione dell'opera, i cittadini senigalliesi si rendano conto delle ricadute sul territorio e sulla viabilità di questo grande progetto infrastrutturale. Un intervento discusso e condiviso nel corso dei mesi con un progetto che è stato anche rivisto, rispetto alla stesura iniziale, con previsioni migliorative arrivate dalle istanze dei cittadini stessi”.








Questo è un articolo pubblicato il 21-04-2011 alle 23:55 sul giornale del 22 aprile 2011 - 6197 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, rotatoria

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jVo





logoEV