Presentate le iniziative del Comune di Jesi per celebrare la Liberazione

logo comune di Jesi 21/04/2011 -

Il 66° Anniversario della Liberazione dal nazifascimo entra quest'anno a pieno titolo nelle celebrazioni per il 150° dell'Unità d'Italia. Il lungo e doloroso cammino dal fascismo alla democrazia é stato spesso definito come secondo Risorgimento o come nuovo Risorgimento, innanzitutto da quelle forze che della Resistenza furono protagoniste sul piano militare e politico.



Non è chi non veda che tra i due grandi nodi della storia contemporanea italiana, Risorgimento e Resistenza, esista una continuità nelle istanze di liberazione e di giustizia sociale, ponendosi la Resistenza come una sorta di Risorgimento morale della nazione. Alla luce di tali considerazioni e di altre che sul terreno dell'analisi storiografica potrebbero risultare assai più articolate e complesse, la ricorrenza del 25 Aprile acquista, nell'anno del 150°, una dimensione ancora più carica di significati storici, politici e ideali. Per questo l'Amministrazione Comunale, tramite l'Assessorato alla Cultura e con il determinante contributo di soggetti come l'ANPI di Jesi, promuove un ricco programma di iniziative rivolte alle scuole e alla cittadinanza che si svolgeranno dal 23 al 30 Aprile. Insieme agli appuntamenti istituzionali e alle cerimonie celebrative, sono in programma una mostra fotografica sulla Resistenza a Jesi e nella Vallesina e un convegno rivolto alla scuole superiori a cura dell'ANPI di Jesi, il concerto della Macina dal titolo "1861 2011. Un paese mancato?" e la presentazione del libro di Vittorio Graziosi sulla figura dal partigiano jesino Eraclio Cappannini, a cura dell'Assessorato alla Cultura.



...

Il programma delle celebrazion...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2011 alle 17:11 sul giornale del 22 aprile 2011 - 1153 letture

In questo articolo si parla di attualità, liberazione, Comune di Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jUw





logoEV