Udc: Parco del Vallato, una costosissima incompiuta

Udc 28/04/2011 -

Nel giorno in cui l’amministrazione Belcecchi si appresta a dare un altro duro colpo alle bellezze della città di Jesi con l’assegnazione dei lavori per la realizzazione dell’ascensore in vetro delle Conce, dopo aver autorizzato la distruzione delle mura cittadine con il buco realizzato per l’altro ascensore in via Bersaglieri e lo scempio compiuto in via Martin Luther King con la rovina di uno dei luoghi più belli della città nuova, l’Unione di Centro denuncia l’incompiuta del Parco del Vallato: opera ancora tutta da completare in attesa della soluzione dell’enigma della costruzione o meno della strada di accesso al complesso Politeama.



In questi giorni, nel Parco del Vallato, a lavori in corso, sono emerse le problematiche che in molti avevano denunciato. Dopo la realizzazione dei camminamenti pedonali, alle prime piogge, l’acqua ha causato ostacoli invadendo i camminamenti stessi. La causa? Il non defluire in maniera adeguata dell’acqua piovana sia perché non previsti percorsi adeguati al suo deflusso sia perché la terra argillosa non la assorbe facendola restare in superficie e non permettendo ai pedoni di usufruire dei passaggi pedonali costruiti a tal scopo. Praticamente così come è stata congegnata, e così come sembrano doversi completare le strutture all’interno del Parco del Vallato, queste resteranno una incompiuta. Servirà una variante in corso d’opera, che non avverrà mai perché non ci saranno i finanziamenti, per sistemare e così il Parco non sarà agibile come invece tutti i cittadini di Jesi avrebbero voluto.

Dal 11 marzo 2011, giorno in cui il progettista arch. Morgante aveva illustrato lo stato di avanzamento dei lavori a Circoscrizione e cittadini, ad oggi, nulla di nuovo è stato più fatto ed anzi sono emerse le prime precarietà. D’altronde se una Amministrazione non controlla il suo territorio e non è convinta e decisa sul da farsi, per le dispute interne ai vari assessorati, difficilmente le opere vengono realizzate e, se realizzate, non di certo a regola d’arte. Dopo il muro di cinta attorno alla casa colonica costato circa 80.000 euro, che non serve a niente ed a nessuno, adesso anche i camminamenti da poche settimane costruiti hanno già bisogno di manutenzione o modifiche. Il fondo è praticamente toccato!

Pensiamo bene che il Sindaco abbia il dovere di intervenire con i fatti trovando il coraggio e la capacità di risolvere definitivamente una questione, portandola a compimento, che dura tanto quanto il suo mandato da primo cittadino: nove anni! Qualsiasi privato, ma qualsiasi altra amministrazione, con tutti quegli euro a disposizione (oltre 350mila!!!) avrebbe costruito in tempi decisamente inferiori un signor Parco da far invidia a quelli famosissimi illustrati su tutte le guide turistiche d’Italia. Perché, come recita un vecchio detto, ‘la volontà è tutto’.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-04-2011 alle 13:38 sul giornale del 29 aprile 2011 - 738 letture

In questo articolo si parla di attualità, udc, politica, udc jesi, unione di centro, parco del vallato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/j8d