La tradizionale “scampanellada de San Florià” darà il via all'edizione 2011 del Palio di San Floriano

Associazione Palio San Floriano 2' di lettura 30/04/2011 -

Sta per inaugurarsi la XVI° edizione del Palio di San Floriano. L'atteso appuntamento che contraddistingue la primavera jesina partirà mercoledì 4 Maggio, con il prologo della tradizionale “scampanellada de San Florià” per le vie del centro storico e la benedizione dei gonfaloni.



La manifestazione proseguirà giovedì 5 Maggio con l'annuncio dell'araldo per le vie della città murata e con una serie di iniziative tra cui un recital di canto, danza e poesia e un concerto di musica medioevale. Il ricco programma di questa XVI° edizione entrerà nel vivo a partire da venerdì 6 Maggio, quando il centro storico della città sarà magicamente riportato alle atmosfere e all'ambientazione della Jesi medioevale, in particolare del periodo storico del libero comune, durato, tra alterne vicende, dal 1130 circa fino al 1447. E' in questo lungo arco temporale, in specie nel periodo aureo della Respubblica Aesina tra la fine del sec. XII e la prima metà del sec. XIV, che i castelli della Vallesina erano chiamati a testimoniare, ogni 4 del mese di maggio, la propria sudditanza alla città egemone, attraverso la solenne cerimonia della “Presentazione del Palio”. Il Palio, che i castelli dovevano presentare, era uno stendardo di seta di vari colori, sostenuto da un'asta portata da un uomo a cavallo fin sul sagrato della chiesa di San Floriano, il Santo Compatrono della città di Jesi, nell'attuale Piazza Federico II.

L'edizione 2011 del Palio, organizzata e promossa grazie all'opera infaticabile dell'Associazione Ente Palio di San Floriano, presieduta da Giancarlo Catani, con il patrocinio del Comune di Jesi e il sostegno dell'Assessorato al Turismo, proporrà spettacoli teatrali, l'attesissima gara di tiro con l'arco tra i comuni per l'assegnazione del Palio, il mercatino medioevale e l'esibizione di gruppi di falconieri che riproporranno l'antica arte della falconeria tanto amata e praticata anche dall'imperatore Federico II. Domenica 8 Maggio poi, il consueto e tradizionale corteo storico attraverserà le vie della città fino a giungere in Piazza della Repubblica. Taverne e osterie animeranno il centro fino a tarda notte, mentre il ricavato della lotteria del Palio di domenica 8 Maggio sarà interamente devoluto al Telefono Azzurro di Jesi.

Info per il programma completo: www.paliosanfloriano.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2011 alle 14:29 sul giornale del 02 maggio 2011 - 1159 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi, palio san floriano, comune di jesi assessorato progetti speciali, comune di jesi assessorato turismo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kdZ