Rigassificatori: Prc, atteggiamenti farseschi degli Idv

rifondazione comunista 03/05/2011 -

La generosa partecipazione di centinaia di cittadini davanti alla Regione Marche per esigere dalla Giunta azione e coerenza ha trovato invece un’ipocrita ignavia, accanto al consueto gioco dello scaricabarile.



La vicenda del rigassificatore di Falconara rischia di trasformarsi nell’ennesima tragica farsa di fronte alla chiarezza di un Piano Energetico Regionale che esclude i rigassificatori, di fronte alle dimostrazioni tecniche che i comitati hanno portato sui rischi e la pericolosità dell’impianto che, tutti insieme, indurrebbero all’espressione di una posizione netta e chiara di diniego.

Il Consiglio Regionale invece ha tartufescamente, ancora una volta, deciso di non decidere per consentire poi alla Giunta Regionale una trattativa al tavolo tecnico di Roma che rischia di avere subito uno sconfitto: le esigenze di salute e sicurezza dei cittadini e dei territori della bassa Vallesina.

I Circoli di Rifondazione Comunista che hanno partecipato a questa mobilitazione sono ancora più convinti della necessità che un’azione più incisiva e diretta non può essere affidata agli atteggiamenti farseschi dei rappresentanti dell’IdV in Consiglio Regionale nè alla pavidità politicista delle compatibilità istituzionali.

Ci chiediamo, in questo senso, quale sarà l’atteggiamento del Pd che sta contemporaneamente in piazza con le sue bandiere e con Busilacchi in Consiglio, con le sue ipocrisie.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2011 alle 15:27 sul giornale del 04 maggio 2011 - 998 letture

In questo articolo si parla di attualità, rifondazione comunista, prc, comunisti italiani, federazione della sinistra, rigassificatori, Comitato Politico Regionale delle Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kje





logoEV