Unione dei comuni della media Vallesina: il sindaco di San Paolo di Jesi Sandro Barcaglioni nuovo presidente

Unione dei Comuni della media Vallesina 3' di lettura 03/05/2011 -

Il sindaco di San Paolo di Jesi Sandro Barcaglioni è il nuovo presidente dell’Unione dei Comuni della Media Vallesina, l’ente che riunisce per la gestione di importanti servizi le amministrazioni di Maiolati Spontini, Castelplanio, Castelbellino, Monteroberto, Montecarotto, San Paolo di Jesi e Poggio San Marcello.



Barcaglioni è il sesto presidente dell’organismo fondato nel 2003, ma ha ricordato, di fronte al Consiglio dell’Unione che lo ha eletto nei giorni scorsi, come “credendo fortemente nell’associazionismo già nel 2000 sollecitai in maniera formale, con una lettera, i Comuni aderenti al Cis a realizzare un’Unione della Vallesina. Questo ben undici anni fa, quando sembrava un’idea lontana e irrealizzabile. E’ con grande soddisfazione e impegno, quindi, che mi accingo a ricoprire questo importante incarico”. Il sindaco di San Paolo di Jesi succede ai primi cittadini di Maiolati Spontini Sergio Cascia e Giancarlo Carbini, di Castelplanio Luciano Pittori e di Poggio San Marcello Tiziano Consoli e di Castelbellino Demetrio Papadopoulos. Resterà in carica per 20 mesi. Un periodo nel quale si è prefisso di raggiungere una serie di traguardi, oltre che consolidare i risultati ottenuti dall’Unione, tenendo conto che le funzioni fondamentali dei Comuni, previste dalla legge n. 42 del 2009, dovranno essere obbligatoriamente esercitate in forma associata.

Il neo presidente Barcaglioni ricorda come “insieme all’Unione siano cresciuti importanti servizi di forte utilità sociale molto apprezzati dagli utenti, come le colonie marine, il trasporto sociale e l’Università degli adulti. L’associazionismo da opportunità è oggi diventato un obbligo, occorre pertanto rafforzare la volontà di andare avanti sulla strada tracciata senza tentennamenti, diffidenze e vecchi campanilismi, consapevoli che sono in gioco le prospettive di crescita di un bacino di oltre 20.000 abitanti a cui occorrerà assicurare servizi adeguati, efficienti e qualificati realizzando economie di gestione attraverso un razionale utilizzo delle risorse umane e di quelle finanziarie tale da soddisfare i bisogni degli utenti serviti. Occorrerà un ulteriore rapido salto di qualità e di mentalità affinché si possano raggiungere obiettivi gestionali significativi e importanti insieme al personale degli enti. Questo significa accentramento degli uffici, uniformità di regolamenti, di procedure, di scelte coordinate di pianificazione urbanistica generale, di una possibile omogenea regolamentazione e pianificazione delle aree produttive. Insomma, attuare un progetto territoriale dell’Unione che possa coinvolgere le istituzioni in scelte condivise proprie di un nuovo modello di ente locale”.

Il nuovo presidente ha fatto anche il punto sui principali servizi gestiti dall’Unione fissando per ognuno le priorità. Per quanto riguarda la Polizia locale, Barcaglioni annuncia di voler “rafforzare l’organico con l’assunzione di due unità a tempo indeterminato, in attuazione del piano del fabbisogno del personale, e con l’assunzione di alcune unità a tempo determinato nel periodo estivo per assicurare maggiori servizi esterni come negli anni scorsi”. Per il trasporto sociale, il presidente intende “continuare la proficua collaborazione con l’Auser Media Vallesina, convenzionata con l’Unione per la gestione del servizio, razionalizzando gli interventi con una revisione del regolamento”, e vuole mantenere pure la collaborazione con l’associazione Università degli adulti, convenzionata con l’ente per l’organizzazione dei corsi. “Il servizio, gradito all’utenza di diverse fasce d’età – ricorda il presidente – registra oltre 200 iscrizioni all’anno e va indubbiamente incentivato e potenziato”. Per quanto riguarda le colonie marine, secondo Barcaglioni “occorrerà garantire il livello di efficienza e la qualità assicurati negli anni, in particolar modo la durata di tre settimane continuative per turno con animazione ludico motoria in spiaggia”. Verrà dato anche il supporto necessario ai Comuni dell’Unione per il prossimo avvio del nuovo censimento generale della popolazione “acquisendo e rielaborando i diversi dati utili”. Intanto prosegue la “proficua collaborazione tra i gruppi comunali di volontari della Protezione civile dei Comuni aderenti e presto verrà approvato un regolamento intercomunale”.


da Unione dei Comuni della Media Vallesina






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2011 alle 14:48 sul giornale del 04 maggio 2011 - 1695 letture

In questo articolo si parla di politica, Vallesina, Comuni, unione dei comuni della media vallesina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kiY





logoEV