L'impegno della Corale “Brunella Maggiori” a fianco dell'Ail

Corale “Brunella Maggiori” 07/05/2011 -

Dedizione, speranza e amore verso il prossimo animano da ormai vent’anni il tradizionale appuntamento, “Serata per l’AIL”, organizzato dalla Corale Brunella Maggiori di Jesi. E’ in questa occasione che la corale jesina decide di dedicare la serata alla ricerca contro le leucemie e a tutti coloro che ne sono purtroppo colpiti. Dopo il grande successo di pubblico dell’anno scorso al Teatro Pergolesi di Jesi, in cui abbiamo potuto sentire le pure ed armoniche voci del Coro dei Crodaioli diretti dal M° Bepi de Marzi, quest’anno ospite della serata sarà la Corale polifonica Gran Sasso dell’Aquila diretta dal M° Carlo Mantini.



E’ uno dei cori più antichi d’Abruzzo, fondato nel 1951 da Paolo Mantini, vanta molte esibizioni in Italia e all’estero e numerose partecipazioni ad importanti spettacoli e rassegne nazionali radiofoniche e televisive. E’ interprete di canti della tradizione abruzzese, brani sinfonico-corali e spirituals.

C’è da aggiungere poi, che in quest’ricorrenza non è mai venuta a mancare la generosità della gente, che partecipando all’evento, si è sempre dimostrata preziosa donando una speranza in più a tutti coloro che credono che per aiutare gli altri, l’unione e l’amore verso il prossimo siano l’arma vincente.

Così la voglia di andare avanti per raggiungere buoni risultati e il desiderio di organizzare una bella serata musicale tra amici, darà vita ad un nuovo appuntamento per l’A.I.L Sabato 21 maggio alle ore 21.15 presso il Santuario delle Grazie di Jesi.

In questa sede si ripresenterà l’occasione per ascoltare un repertorio pieno di ogni sonorità capace di toccare tutti i cuori, dagli amanti del moderno agli appassionati delle antiche storie. La serata si aprirà con l’esibizione della corale jesina che proporrà un repertorio ricco di canti popolari, ma che saprà anche riprodurre le polifoniche melodie dei Queen. A seguire la corale abruzzese allieterà e stupirà il pubblico eseguendo canti della sua tradizione. Sarà certamente interessante confrontarsi con le tradizioni della nostra penisola che le corali ci presenteranno, come fiabe di un tempo lontano che guidano, ancora oggi, i nostri passi del vivere quotidiano.

Non resta che augurarci che la cittadinanza intervenga numerosa e che sappia, come ogni anno, dare prova del suo altruismo, donando un piccolo contributo che sarà devoluto alle realtà abruzzesi colpite del terremoto del 2009, ed alla sezione A.I.L dell’Aquila.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2011 alle 11:24 sul giornale del 09 maggio 2011 - 1159 letture

In questo articolo si parla di attualità, Corale “Brunella Maggiori”

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kvg





logoEV