Prende a morsi un carabiniere, arrestato uno spacciatore

Spaccio di droga 08/05/2011 -

Per evitare che gli perquisissero la casa, F.A. di anni 36, ha preso a morsi il naso di un Carabiniere che è dovuto ricorrere alle cure ospedaliere ed è stato giudicato guaribile in 5 giorni.



F.A., siciliano di nascita ma residente a Jesi, era sotto osservazione da parte dei Carabinieri del Nucleo Operativo, guidati dal Tenente Eleonora Spadati, già da qualche tempo. Su di lui, infatti, convergevano varie indagini che lo indicavano quale potenziale spacciatore molto attivo nella zona bassa di Jesi.

Sabato notte, i Carabinieri si sono appostati nei pressi dell'abitazione dell'uomo per effettuarne una perquisizione. Al suo arrivo, i militari si sono avvicinati e F.A., per evitare che entrassero in casa sua, ha iniziato a urlare e aggredire i Carabinieri, ferendo a morsi il naso di uno di loro. Con le sue grida ha anche attirato l'attenzione dei vicini, delirando che i militari lo stavano aggredendo.

All'arrivo del legale dell'uomo, i Carabinieri hanno proceduto con la perquisizione della sua abitazione, rinvenendo 50 grammi di hashish, 10 grammi di cocaina, semi di canapa indiana, un bilancino di precisione, coltelli con residui di stupefacenti e 3.500 euro in contanti, soldi dei quali l'uomo non ha saputo spiegare la provenienza e verosimilmente riconducibili all'attività di spaccio. Il tutto è stato posto sotto sequestro e l'uomo è stato arrestato con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali aggravate e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti.

F.A. è stato poi trasferito al carcere di Montacuto.








Questo è un articolo pubblicato il 08-05-2011 alle 12:02 sul giornale del 09 maggio 2011 - 2736 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri jesi, ilaria cofanelli, eleonora spadati

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kws





logoEV