Emergenza alluvione: trenta foto, nessuna risposta

alluvione nelle marche 12/05/2011 -

E’ terminata l’iniziativa Cia Copagri e Confagricoltura delle Marche: “Abbiamo documentato i danni dell’alluvione tramite trenta fotografie inviate costantemente alle istituzioni. Purtroppo stiamo ancora aspettando dei riscontri”



Il rullino è finito e impresse sulla pellicola rimangono trenta fotografie: un documento visivo innegabile dei danni causati dall’alluvione che ha colpito le Marche nel mese di marzo.

La campagna di sensibilizzazione, lanciata dalla Cia Copagri e Confagricoltura delle Marche, prevedeva l’invio di una foto al giorno alle istituzioni provinciali, regionali, nazionali e ai mass media: un impegno costante, mantenuto per sollecitare con parole e immagini una risposta concreta alla situazione critica in cui versano ancora molte imprese colpite dall’emergenza. Le tre associazioni agricole rilanciano il tema dell’alluvione che oggi appare già dimenticato.

Infatti, nonostante l’accorato appello assicurato da questa iniziativa originale, i promotori si dichiarano delusi: “Sull’alluvione è calato un silenzio inconcepibile, nonostante gli effetti siano ancora evidenti causando gravi disagi sia alla popolazione sia alle imprese agricole. Danni che continuano e continueranno a pesare fortemente sulla loro vita e sulle attività quotidiane se le istituzioni non provvederanno al più presto risposte concrete che tale emergenza sollecita. Servono provvedimenti e vanno trovati nel più breve tempo possibile”.

I rappresentanti di Cia Copagri e Confagricoltura delle Marche chiedendo con forza che le stesse popolazioni e imprese più danneggiate dall’alluvione vengano sostenute con coraggio nell’opera di ricostruzione. Attraverso l’appello per immagini le associazioni hanno fortemente voluto mantenere alta l’attenzione sul tema: “Le trenta istantanee hanno rappresentato un amaro buongiorno quotidiano su quanto accaduto” – continuano le associazioni – “Purtroppo, poco o nulla è cambiato nel corso di quest’ultimo mese. Il Governo, per ora, si è dimostrato sordo nei confronti delle continue richieste di aiuti, ma noi continueremo con forza a sollecitarle”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2011 alle 19:48 sul giornale del 13 maggio 2011 - 981 letture

In questo articolo si parla di economia, cia marche, alluvione nelle marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kJo