Il Console Ginesi all'inaugurazione del nuovo “Global Fashion Baldinini” a Mosca

3' di lettura 16/05/2011 -

L'attività frenetica e poliedrica dello jesino Armando Ginesi, Console Onorario della Federazione Russa in Ancona, la cui sede è presso l'Interporto di Jesi continua a mietere successi economici di rilievo, favorendo concretamente le inziative degli imprenditori locali, ma non solo, che con lungimiranza volgono lo sguardo al mercato russo, di dimensioni e prospettive in continua crescita.



Il Console Armando Ginesi, accompagnato dal coordinatore di segreteria del Consolato Renato Barchiesi, ha presenziato all’inaugurazione ufficiale di un nuovo negozio del noto imprenditore, Gimmi Baldinini, a Mosca che si va ad aggiungere agli altri undici esistenti, con questo marchio, nella capitale e ai circa cento distribuiti nelle più importanti città dell’intera Federazione. L’ultimo è collocato al piano nobile dei famosi Grandi Magazzini GUM con splendida vista sulla Piazza Rossa.

Come si sa Baldinini vuol dire “global fashion” ed ogni elemento delle sue linee (calzature, borse, valigie, occhiali, profumi e quant’altro) assicura eleganza e personalità alla persona. Fondata nel 1910 come piccola azienda artigianale a conduzione famigliare, la Baldini srl ha quindi un secolo di esperienza nel settore della moda, ma è dagli anni settanta che, con l'ingresso in azienda di Gimmi Baldinini, ha cominciato la crescita che l'ha portata a diventare azienda leader nel settore a livello mondiale.

In tantissimi hanno partecipato all’evento, anche mondano, tra cui i vertici dell’Ente Statale Federale Unitario Doganale ROSTEK (presenti: il vice direttore generale Igor Morozov; il direttore Rostek-Italia Boris Olenich; la responsabile p.r. del gruppo Olga Koleniskova); l’attrice Natasha Stefanenko; i noti imprenditori russi Vardan Manukyan (proprietario della catena NO ONE) e Maxim Besedin (titolare della nota azienda di apparecchi termo sanitari e igienici MAXLEVEL); Filippo Covino della direzione ICE di Mosca; Ferdinando Pelazzo, direttore della rappresentanza in Russia dell’Unione Banche Italiane; il dirigente dell’Ufficio Legale Estero della Camera di Commercio e Industria della Federazione Sergey B. Kulba; una nutrita rappresentanza di giornalisti italiani fra cui Paolo Morelli e Lina Colasanto; il noto avvocato penalista Alessandro Petrillo e tantissime persone che si sono alternati nelle visite a partire dal pomeriggio e fino a notte.

Nelle circostanza il Console ha consegnato ufficialmente a Baldinini la nomina a “Consulente del Consolato per i Rapporti con le Imprese” (incarico ripartito con altri due imprenditori: Paolo Guzzini e Walter Cassetta Senior), nonché l’attestato di aderente all’Associazione Amici delle Marche e della Russia che, da oggi, farà bella mostra di sé in tutte le sedi Baldinini sparse nella Federazione (circa cento, come si diceva sopra).

Il giorno successivo il Console Ginesi ha accompagnato Gimmi Baldinini in visita ufficiale dal Presidente dell’Accademia Imperiale dell’Arte Russa Maestro Zurab Tsereteli, dalla Direttrice della Galleria D’Arte Moderna di Mosca Elena Tsereteli e dal Ministro della Cultura della Federazione Alexander Andeyev. Nel corso di questo interventi sono state poste in essere le premesse per future iniziative Baldinini in Russia la prima delle quali avrà luogo a Mosca nell’autunno venturo.








Questo è un articolo pubblicato il 16-05-2011 alle 12:54 sul giornale del 17 maggio 2011 - 1500 letture

In questo articolo si parla di economia, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kP2





logoEV