Massaccesi (Pdl): gli anziani ospiti scrivono al Sindaco per criticare l'aumento della degenza

Daniele Massaccesi - Pdl 2' di lettura 16/05/2011 -

Ci risulta che il Sindaco di Jesi - che al solito, però, tace o non ascolta, e praticamente è la stessa cosa! - abbia ricevuto una lettera dai Familiari degli Ospiti della Casa di Riposo di Jesi, con la quale essi, riuniti in Comitato, lamentano di essere venuti a conoscenza (si immagina dalla stampa) che l’Amministrazione Comunale ha in animo di aumentare di € 5,00 (al giorno) la degenza per gli ospiti della Casa di Riposo, e come ciò appaia essere una tassazione spropositata per la categoria più debole della nostra Società, anziani non più autosufficienti, e spesso poveri, che possono accedere a questa struttura solo grazie al sostegno ed ai sacrifici dei propri familiari.



Mentre la Regione stabilisce finanziamenti per migliorare l’assistenza, e quindi ci si attendeva l’abbassamento delle tariffe, l’Amministrazione Comunale di sinistra di Jesi, invece di combattere gli sprechi e di razionalizzare i servizi, non si vergogna di colpire i più poveri.

I familiari dei degenti hanno comunicato che non accetteranno questa deliberazione dell’Amministrazione Pubblica, delibera definita e ritenuta dai familiari addirittura disgustosa, e di riservarsi ulteriori iniziative per ristabilire giustizia, equità ed umanità.

È mai possibile il silenzio dell’Amministrazione Comunale? È mai possibile che, in previsione del preventivo, il Sindaco, sordo ad ogni sollecitazione o richiesta, decida penalizzando gli ultimi e le persone in difficoltà, e le loro famiglie, senza fare una manovra seria, strutturale, che razionalizzi i servizi ed eviti gli sprechi, e tacendo od evitando di prendere decisioni, come quelle prese nel caso degli immobili (sia per le alienazioni che per gli affitti), adottate senza avere dati certi e seri, come le stime ed i valori reali del patrimonio immobiliare?

È mai possibile che si preferisca improvvisare, colpendo alla cieca?
È possibile non avere mai risposte?
È possibile che questo regime che c’è a Jesi, e che si perpetua, e che dovrebbe essere aperto al sociale, sia talmente arrogante da essere autoreferenziale e disinteressato ai problemi dei “più” in difficoltà?


da Daniele Massaccesi
Popolo delle Libertà – PDL




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2011 alle 12:06 sul giornale del 17 maggio 2011 - 734 letture

In questo articolo si parla di attualità, Daniele Massaccesi, pdl, Popolo delle Libertà – PDL

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kPX