A Jesi la prima Conferenza provinciale del Partito Democratico per il lavoro

19/05/2011 -

Il nostro Paese vive una vera e propria emergenza lavoro, acuita dalla crisi economica internazionale che morde ancora il territorio della provincia di Ancona. Ed è proprio sul fondamentale e delicato tema dell'occupazione che il Partito democratico della provincia di Ancona organizza per sabato 28 maggio alle ore 9:00 presso la Casa del Popolo di Jesi la prima “Conferenza provinciale per il lavoro”.



Ad annunciare la prima Conferenza provinciale per il lavoro il Segretario provinciale PD Emanuele Lodolini ed il Segretario cittadino Lorenzo Fiordelmondo secondo i quali la Conferenza ha l’obiettivo di approfondire la discussione sul tema del lavoro, sulla sua centralità nella società e per il futuro del paese. Sarà una preziosa occasione di confronto con le forze sociali ed economiche della provincia, con tutte le componenti della società civile e della cultura interessate a discutere sul tema del lavoro.

Alla discussione fornirà un valido contributo Emilio Gabaglio, Presidente Forum Nazionale Lavoro del Partito Democratico. Interverranno il Segretario provinciale PD Emanuele Lodolini, l’Assessore regionale al lavoro Marco Luchetti ed il Vice Presidente della Provincia di Ancona Giancarlo Sagramola e i rappresentanti delle forze sociali ed economiche della provincia.

Proprio il PD della provincia di Ancona da mesi sta lavorando ad un nuovo patto per il lavoro, la coesione sociale e lo sviluppo del territorio. La valorizzazione del lavoro unita a quella della persona che lavora e la correzione delle disuguaglianze nei redditi e nelle opportunità è la strada maestra per uscire dal tunnel. Noi siamo per una modernità alimentata dalla dignità del lavoro. Una sfida difficile, ma possibile. A fronte di questa realtà, il governo di centrodestra non ha assunto le iniziative necessarie né per favorire la ripresa della crescita né per sostenere l’occupazione. Si tratta di rendere i rapporti di lavoro stabili meno onerosi di quelli atipici. Il Pd non si è limitato ad un’azione di denuncia ma ha messo in campo una sua proposta - il Programma Nazionale di Riforma - dove collocare le azioni per promuovere l'occupazione, la riunificazione del mercato del lavoro nonché la ridefinizione e l’estensione dei diritti e delle tutele del lavoro.

L'incontro del 28 maggio sarà, infine, un momento di riflessione utile per migliorare - ulteriormente - la proposta programmatica del Pd sul lavoro in vista della Conferenza Nazionale “Persona, Lavoro, Democrazia”, che si terrà a Genova il 17 e il 18 giugno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2011 alle 15:32 sul giornale del 20 maggio 2011 - 824 letture

In questo articolo si parla di provincia di ancona, politica, partito democratico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kYR





logoEV