Monsano: approvato il bilancio 2011

Comune di Monsano 19/05/2011 -

Nella seduta di lunedi, il Consiglio Comunale di Monsano ha approvato il Bilancio di Previsione 2011.



Lo strumento finanziario, che vede il pareggio a € 3.792.338,16, recependo anche le indicazioni delle Organizzazioni sindacali mantiene integra la sua spiccata caratterizzazione sociale, riuscendo a mantenere immutato l’elevato livello di servizi sociali offerti ai cittadini, con una attenzione sempre maggiore verso le sempre più numerose situazioni di disagio sociale ed economico che si manifestano nel territorio in questo periodo di forte crisi economica, assorbite e gestite puntualmente, ma con non poca fatica, dai Servizi Sociali del Comune e anche dal volontariato, con la collaborazione del gruppo locale della Caritas. Servizi che a breve verranno trasferiti alla costituenda “ASP9 Azienda Servizi alla Persona” dell’Ambito 9. Si è dunque mantenuto anche per il 2011 un “Fondo Sociale” di € 10000, mantenendo la scelta dell'applicazione dell’esenzione dall’addizionale IRPEF per le “persone fisiche” con un reddito inferiore a € 10000.

Investimenti

Tutta la manovra di costruzione dello Strumento di Bilancio è stata predisposta tenendo conto del grande investimento riguardante l’edilizia scolastica, con il progetto di messa in sicurezza, ristrutturazione e riqualificazione dello stabile di via Roma, con il programmato rientro degli alunni e del corpo docente della scuola media, attualmente nel plesso di via Falcone. Il progetto prevede la fruizione completa di tutti i locali, previsti per due sezioni e corrispondenti spazi adeguati alle normative di sicurezza e dell’attività didattica.

Il progetto verrà diviso in due stralci. Il secondo, inserito nel prossimo Bilancio, prevede il completamento della struttura con interventi riguardanti l’efficienza ed il risparmio energetico, attraverso un possibile finanziamento previsto da un apposito bando della Regione Marche. Il primo stralcio, di € 380.000,00 iscritto nel Piano annuale delle OO. PP., prevede la parziale copertura mediante l’accensione di un mutuo di 25 anni, il cui finanziamento della rata annuale viene assorbito da una attenta operazione di controllo riguardante tutti i capitoli dello Strumento finanziario.

L’intervento di edilizia scolastica si inserisce in un panorama politico nazionale preoccupante, con una manovra del Governo centrale tesa ad una continua serie di tagli di risorse verso gli Enti locali, penalizzanti verso una seria, sostenibile autonomia dei Comuni, che si vedono sempre più costretti ad agire in condizioni di difficoltà nell’erogazione dei servizi ai cittadini e nella tutela e salvaguardia dei propri Territori. Viene così a trovarsi in serio rischio quel “Patto di Solidarietà” tra Stato e cittadino, previsto e garantito dalla Costituzione.

Politica tariffaria

In tale quadro, politico generale e di Bilancio per l’esercizio 2011, l’Amministrazione è riuscita a mantenere invariate le principali tariffe al cittadino (ICI TARSU e TOSAP). Riguardo la TARSU, rimane ferma l’intenzione dell’Amministrazione comunale di effettuare il passaggio ad un meccanismo tariffario, premiante verso una minore produzione della frazione “secco residuo” degli RSU. L’attuazione concreta di tale operazione, resa continuamente difficile da una mancata, adeguata chiarezza del Legislatore, è prevista per il prossimo esercizio di Bilancio, al cui interno saranno comprese anche le condizioni di contratto del nuovo servizio di gestione e raccolta RSU, con l’attuale in scadenza il 31 dicembre, con relativa gara di appalto a cura del Consorzio attuatore “CIR33 Vallesina Misa”.

Riguardo le altre misure principali dello Strumento di Bilancio, l’A.c. anche in questo esercizio è riuscita, pur con difficoltà dovute alle minori entrate e all’aumento di spese fisse, come quella del personale, a rispettare e salvaguardare le fasce più deboli, stabilendo anche per il 2011 un “Fondo Sociale” di € 10000, per coprire le situazioni di emergenza sociale che continuano a manifestarsi con preoccupante puntualità anche a Monsano, mantenendo la scelta dell'applicazione dell’esenzione dall’addizionale IRPEF per le “persone fisiche” con un reddito inferiore a € 10000.

L’aumento dei costi per i servizi sociali (disabilità, assistenza domiciliare e gestione handicap) è stato assorbito positivamente dallo Strumento finanziario, riuscendo a mantenerne inalterati gli standard, con una percentuale di copertura e offerta che resta tra le più elevate nei Comuni marchigiani sotto i 5000 abitanti.

Con l’applicazione corretta e puntuale delle esenzioni contributive dello strumento ISEE (Indicatore Situazione Economica Equivalente) ai nuclei familiari disagiati, come criterio unificato di valutazione della situazione economica di coloro che richiedono prestazioni o servizi sociali o assistenziali non destinati alla generalità dei soggetti, le Organizzazioni sindacali territoriali hanno manifestato la loro soddisfazione, nel corso del consueto incontro con l’Amministrazione comunale nella fase di predisposizione del Bilancio.

Anche per l’esercizio 2011, il Bilancio comunale di Previsione rappresenta dunque un risultato di rilievo, che evidenzia l'ottimo lavoro congiunto svolto dalla Giunta, in particolar modo dall'Assessore competente, dall'Area Economico Finanziaria e dall'Organo di Revisione, raggiungendo lo scopo di qualificare in termini positivi lo Strumento finanziario e la politica di mandato dell’Amministrazione comunale.

Questo Bilancio continua inoltre la sua politica di controllo, tutela e valorizzazione del Patrimonio pubblico e del Territorio comunale, attraverso le varie attività di competenza dell’Area Tecnica. Attività che si avvalgono, e devono continuare ad avvalersi, del significativo, indispensabile supporto delle altre Aree dell’organizzazione comunale, in un attivo, proficuo scambio di professionalità e competenze.


Urbanistica - Sviluppo del territorio
Intenzione dell'Amministrazione comunale è quella di attuare, come disegno complessivo all'interno di una visione complessiva e virtuosa di gestione e governo del territorio, una corretta, puntuale azione di Pianificazione, territoriale ed urbana.

Pianificazione si intende “(...) quel metodo, e quell'insieme di strumenti, capaci di garantire - in funzione di determinati obiettivi - coerenza, nello spazio e nel tempo, alle trasformazioni territoriali, ragionevole flessibilità alle scelte che tali determinazioni determinano o condizionano, trasparenza del processo di formazione delle scelte e delle loro motivazioni”. (“La città bella” - Edoardo Salzano. Da “L'anticasta. L'Italia che funziona” M.Boschini, M. Dotti. Ed. EMI 2009).

Revisione del PRG

L’Amministrazione comunale intende governare lo sviluppo urbanistico di Monsano con lo strumento principale messo a disposizione dalle leggi urbanistiche, il Piano Regolatore Generale, adottato dall’Ente nel 1998 ed approvato in via definitiva recependo integralmente le modifiche apportate dalla Provincia di Ancona con Deliberazione Consiliare n°20 del 07/03/2001. In tale ottica, l’Amministrazione comunale valuterà, in coerenza in ogni caso con quanto previsto negli obiettivi e negli indirizzi generali di governo contenuti nel documento approvato dal Consiglio Comunale con Deliberazione n°38 del 18/06/2004, l’ipotesi di una revisione generale al PRG. Verrà preventivamente coinvolto in tal caso l’Organo Consiliare mediante un’apposita Commissione con il compito principale di seguirne il percorso progettuale, esaminandone i documenti ed esprimendo parere consultivo in merito.

Varianti ordinarie al PRG e Piani attuativi

Non si intende trascurare, nelle more di approvazione della revisione generale al PRG di cui si è detto sopra, la risoluzione di problemi di natura urbanistica che non si pongano in contrasto con le politiche della revisione generale. Tali interventi riguarderanno:
a) Per quanto riguarda l’esercizio 2011, verrà valutata in maniera definitiva la scelta relativa alla prosecuzione dell’iter dell’iter riguardante la Variante al PRG. La Variante riguarda principalmente una rivisitazione delle destinazioni urbanistiche delle aree interessanti principalmente la Zona Industriale, oltre al risanamento ed una rivisitazione urbanistica di alcune situazioni particolari esistenti nel territorio comunale, atte a non stravolgere l’impianto principale del Piano.

La Variante è di fatto in fase di stallo, non imputabile all’A.c., dopo le prescrizioni dettate dalla Provincia di Ancona nella Conferenza Servizi del 29.09.2009, prescrizioni che impediscono a tutt’oggi una sua definitiva risoluzione di sblocco, a causa dell’elevato costo del progetto di risoluzione del rischio idrogeologico della zona industriale (chiesto da Provincia e ARPAM e tutt’ora in corso di redazione a cura di Multiservizi s.p.a.), il cui importo non è sostenibile dall’A.c. e dagli Enti di governo sovracomunali, a causa di una mancanza di fondi, risorse e finanziamenti del Governo centrale verso la salvaguardia e tutela dei Territori sottoposti a rischio idrogeologico, che vede la Regione Marche coinvolta in tal senso nella quasi totalità del suo territorio.

Lavori pubblici e viabilità

L’attuazione delle opere previste nel Piano Annuale OO.PP. prevede principalmente l’intervento riguardante l’edilizia scolastica, con la messa in sicurezza e riqualificazione del plesso di via Roma. Inoltre, è previsto un intervento di sistemazione del tetto della sede municipale, non più prorogabile.

Nella politica di conseguimento degli obbiettivi fissati nel Programma amministrativo è stata inserita nel Programma annuale O.PP. la seguente progettualità:

Progetti di importo superiore a Euro100.000/00
1) Risanamento conservativo edificio scolastico di via Roma, adeguamento sismico ed efficentamento energetico - 1° stralcio funzionale adeguamento sismico
Il primo stralcio funzionale previsto nel 2011 adeguamento sismico. Importo complessivo 1^ stralcio € 380.000,00

Progetti di importo inferiore a Euro100.000/00
1) Sistemazione del tetto dell'edificio comunale

L’intervento consiste nel restauro e risanamento conservativo della copertura della sede municipale ammalorata dalle infiltrazioni di acque meteoriche comparse in corrispondenza dei al piano secondo. E’ stato approvato il progetto preliminare dell’opera ammontante ad € 99.000,00.

E’ prevista anche per questo esercizio un opera concreta di riqualificazione del sistema viario comunale, attraverso una puntuale manutenzione ordinaria delle strade comunali e della segnaletica verticale e orizzontale, con la collaborazione della Polizia Municipale.

Ambiente

Da sempre la gestione e tutela ambientale, nell’ottica di una corretta gestione del Territorio, costituiscono una direttrice prioritaria nelle politiche dell’Amministrazione comunale. Attività che coinvolgono una pluralità di settori in continuo rapporto costante e dinamico che si influenzano reciprocamente. La necessità quindi di elaborare un programma ambientale in stretta collaborazione con l’Assessorato Viabilità e LL. PP. rappresentano un obbiettivo fondamentale. Attraverso il documento di Politica Ambientale, e gli obbiettivi contenuti nella Dichiarazione Ambientale EMAS, si ha a disposizione uno strumento unico che serve da base per tutte le azioni e gli atti presenti e futuri, dai prossimi Strumenti urbanistici e di programmazione alle iniziative e progetti riguardo le tematiche ambientali.

Nell’individuare le scelte programmatiche, in piena conformità alla legislazione vigente, ed alla programmazione regionale si continua ad attuare quanto previsto dalla certificazione EMAS. per gestire al meglio il proprio territorio, riuscendo a monitorare e a tenere sotto controllo tutte le attività dirette e indirette che vi vengono attuate, con una accorta attività di monitoraggio e di programmazione dell’impatto ambientale, tenendo anche conto dello stato di attuazione degli interventi già programmati ed attivati nei precedenti esercizi per quelle attività che ci vede coinvolti nel Consorzio CIR 33, proseguendo allo stesso modo ad una attenta integrazione e revisione di tutte quelle pratiche integrative e di miglioramento.

Rifiuti

Richiamando il programma di massima relativo al quinquennio precedentemente presentato all’inizio di questa legislatura sulle attività di interesse ambientale, al fine di intraprendere il percorso verso il traguardo dei “Rifiuti Zero” entro il 2023, come strumento di pianificazione, organizzazione, informazione, formazione e controllo per una attenta gestione dei rifiuti che puntino alla loro prevenzione, al riuso e recupero con l’obbiettivo di generalizzarne la diminuzione, il Consiglio Comunale ha approvato la costituzione dell’Osservatorio Comunale dei Rifiuti, con una rappresentanza professionale e politica. La sua costituzione, come strumento di pianificazione e attuazione di politiche ed iniziative volte ad un aumento della percentuale di raccolta differenziata e a nuove pratiche e stili di vita nei cittadini, oltre all’apertura del locale adibito al riuso e recupero di oggetti che andrebbero altrimenti gettati in discarica, completano altri tasselli fondamentali per realizzare quel percorso organizzativo per una attenta gestione dei rifiuti che puntino alla loro prevenzione e alla loro diminuzione in termini di produzione.

La realizzazione e l’installazione delle fontana pubblica di acqua liscia e gassata alla spina strumento concreto per ridurre la quantità dei rifiuti prodotti con le bottiglie di plastica dell’acqua minerale potranno essere portate a compimento solo attraverso la completa sponsorizzazione di privati.

Promuovendo abitudini e stili di vita consapevoli, il Comune di Monsano manterrà la distribuzione gratuita di un kit di 5 pannoloni lavabili a tutte quelle famiglie che hanno bambini compresi tra zero e due anni , ponendosi l’obiettivo della riduzione dei rifiuti alla fonte e un aiuto sul caro vita.

A fronte di una spesa di € 2000 per l’acquisto di sporte riutilizzabili e distribuite gratuitamente ai cittadini, l’amministrazione Comunale si è resa protagonista attraverso iniziative e campagne promozionali.

Riduzione del 5% sulla tassa rifiuti per coloro che hanno aderito con il CIR33 alla produzione del compost.

Il Comune di Monsano come partner del Consorzio CIR 33, aderirà alla promozione e realizzazione di tutte le campagna svolte dal Consorzio per incentivare la raccolta differenziata.

Verde pubblico

Vista la carenza di operai e l’impossibilità di un aumento di una unità in pianta organica dello stesso si attueranno iniziative per la valorizzazione la tutela del verde pubblico con opere di manutenzione attraverso il taglio periodico dell’erba nelle scarpate delle strade comunali e la potatura degli alberi nei parchi pubblici, anche mediante la collaborazione di soggetti esterni o appaltando detti servizi, con una particolare attenzione verso le cooperative sociali. Si continuerà con la realizzazione di iniziative di valorizzazione del verde pubblico attraverso il completamento dei parchi stessi con nuove piantumazioni, insediamenti di giochi, di statue simboliche, percorsi pedonali e sportivi.

Energie rinnovabili - Efficienza e Risparmio energetico

Intenzione dell’Amministrazione è di realizzare, attraverso una gara di appalto per opere di realizzazione in concessione, un impianto fotovoltaico da costruirsi sulla copertura della Scuola Elementare di via Falcone. L’opera verrà realizzata attraverso l’affidamento dell’appalto in concessione con finanziamento a totale carico dei privati. Il Comune potrà accedere alle tariffe incentivanti del nuovo conto energia, di cui è previsto un rinnovo dal Governo, anche se con possibili rivisitazioni.

Altre iniziative riguardano la promozione di accordi con banche e fornitori installatori a favore dei cittadini di Monsano e degli imprenditori possessori di capannoni stimolando la realizzazione di installazione dei pannelli fotovoltaici.

Senza costi per il Comune di Monsano verrà realizzata una gara d’appalto volta al risparmio energetico per l’illuminazione pubblica. A fronte di una spesa iniziale di circa € 2000 per la sostituzione delle lampade votive dalle attuali a incandescenza con quelle a led ci permetterà di risparmiare per ogni anno € 3.000 recuperando nel primo anno l’investimento fatto.

Continuando sulla buona politica ambientale e come da programma politico della maggioranza, avvalendosi anche attraverso strutture private, verrà valutata l’opportunità di effettuare entro l’anno un nuovo controllo a campione sullo stato di salute dei cittadini.

Sul fronte della bonifica da cromo sito sima si provvederà, dopo l’esecuzione del primo stralcio del progetto, alla alla progettazione della messa in sicurezza del sito, all’interno della progettazione complessiva, con il coinvolgimento e la collaborazione de Regione, Provincia e ARPAM.

Verrà data applicazione al rispetto degli obbiettivi presenti nella Dichiarazione Ambientale della Certificazione EMAS del Comune di Monsano, con particolare cura verso il conseguimento degli Aspetti Ambientali Significativi.

Servizi sociali

Occorre premettere che l'anno 2011 si presenta con una forte criticità economica che ha già e potrà avere forti ricadute sul piano sociale e ripercussioni per le famiglie, in particolare quelle delle cosiddette fasce di fragilità.

Si ritiene indispensabile creare quindi un fondo per le situazioni di emergenza sociale in particolare per nuclei con figli minori.

Verranno mantenuti gli standard di assistenza del 2010 con gli incrementi necessari a soddisfare i bisogni delle varie aree: servizi dell'handicap, del disagio minori, assistenza domiciliare e nei servizi per la prima infanzia e nei servizi rivolti alle famiglie ed anziani.

In data 02/12/2009 è stata costituita l’Azienda Pubblica Servizi alla Persona denominata “ASP Ambito 9”. La stessa sarà avviata operativamente nell'anno in corso e deve rispondere ad una logica progettuale e non solo di emergenza per superare la frammentarietà degli interventi nel territorio dell' Ambito IX .Di fondamentale importanza è una politica dei servizi che favorisca l'integrazione socio-sanitaria e che veda i comuni promotori di servizi pubblici socio-sanitari integrati ed elimini dispersione di risorse.

1. Pianificazione di zona dei Servizi Sociali

Lo sportello UPS è attivo e operativo. E’ intenzione del’amministrazione dare inoltre una sistemazione adeguata e definitiva all’ufficio dell’UPS.

2.Politiche per la famiglia

Si tratta dell'insieme delle prestazioni esplicate all'interno dei vari punti del programma, accanto agli interventi previsti dalla normativa nazionale (assegni di maternità e per il nucleo numeroso). Si ricordano a titolo esemplificativo le prestazioni del : 1- Servizio di assistenza domiciliare, 2 - Asili nido, 3 Centro di aggregazione giovanile, 4 i centri di animazione estiva-Famiglie di appoggio

3. Asilo Nido

Premesso che nel corso degli anni si sono sempre valutate sia le possibilità con le risorse economiche del comune che con il massimo interesse e la dovuta attenzione tutte le proposte pervenute da privati e/o cooperative ma che purtroppo nessun progetto ha avuto gli sviluppi concreti desiderati , il servizio verrà erogato tramite la convenzione con il Comune di Jesi per la riserva di n. 8 posti presso gli asili comunali e n. 2 posti al tempo per le famiglie. Inoltre si comparteciperà alla spesa economica aggiuntiva per i bambini che frequentano l’Asilo Nido sito nel comune limitrofo di San Marcello.

4. Area Minori

Proseguiranno le esperienze di ludoteca, all'interno delle risorse e delle strutture eventualmente disponibili. Vengono mantenuti gli attuali servizi relativi ai Centri di Aggregazione Giovanile e ai Centri Estivi Comunali. Particolare attenzione verrà posta alle emergenze in questo settore, anche con la promozione dell'affido e dell'appoggio familiare.

5. Area Giovani

Viene assicurato il servizio Centro aggregazione giovanile sia di prevenzione che di intervento in situazioni di disagio. Verranno promossi momenti di informazione, dibattito, confronto, spettacoli, concerti, manifestazioni collegate con le attività sportive, anche in collaborazione con gli altri assessorati, per favorire l'aggregazione e l'arricchimento culturale ed umano. E’ intenzione dell’amministrazione inoltre tramite contributi regionale provvedere ad acquistare nuovi arredi per lo stesso.

6. Area Anziani

l programma viene articolato nei servizi e negli interventi di supporto alla vita familiare e sociale degli anziani: servizio di assistenza domiciliare e integrazione rette. Viene confermato il contributo al Centro della Comunità per proseguire la collaborazione con la parrocchia nella gestione del centro anziani.

7. Area Handicap

Il programma si articola nell'assunzione delle rette per la frequenza nel centro Le Nuvole e con il proseguimento del progetto associato Handicap con il Comune di Jesi. Si vuole inoltre riqualificare il centro Le nuvole.

Anche per l’esercizio 2011, il Bilancio comunale di Previsione rappresenta dunque un risultato di rilievo, che manifesta l'ottimo lavoro svolto dalla Giunta, in particolar modo dall'Assessore competente, dall'Area Contabile e dall'organo di Revisione, raggiungendo lo scopo di qualificare in termini positivi lo Strumento finanziario e la politica di mandato dell’Amministrazione comunale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-05-2011 alle 14:28 sul giornale del 20 maggio 2011 - 1123 letture

In questo articolo si parla di politica, monsano, Comune di Monsano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/kYF