Ascoltando Shutter Island, conferenza spettacolo di Nicola Sani per l’anteprima di St'Art

Fondazione Pergolesi Spontini 25/05/2011 -

ST’ART ha inizio. L’Associazione culturale ST’ART (STrategie Avanzate Ricerche Tecnologiche) “accende” la propria attività offrendo al pubblico un’anteprima di un progetto di ricerca e sperimentazione sull’arte contemporanea che riguarderà tutto il territorio.



Giovedì 26 maggio 2011 alle ore 21,00 presso il Teatro Studio “Valeria Moriconi” di Jesi ST’ART e la Fondazione Pergolesi Spontini insieme alla Fondazione Isabella Scelsi di Roma, con il patrocinio degli Assessorati alla Cultura del Comune di Jesi e della Provincia di Ancona, ed in collaborazione con la sede di Jesi della Scuola Internazionale di Comics, presentano la conferenza spettacolo di Nicola Sani “Ascoltando Shutter Island”, un percorso di suoni e di immagini, attraverso l’ultimo film del regista Martin Scorsese, con musiche di Cage, Eno, Feldman, Ligeti, Mahler, Marshall, Paik, Penderecki, Richter, Scelsi, Schnittke.

L’evento, che nasce dalla pluriennale collaborazione tra Mario Sasso, protagonista dell’arte elettronica contemporanea e direttore artistico dell’associazione, e il compositore e musicista multimediale Nicola Sani, è una sorta di “manifesto” della futura attività dell’associazione, che si propone di promuovere e approfondire i nuovi linguaggi dell’arte contemporanea, favorendo scambi nazionali e internazionali tra artisti, ricercatori, professionisti del settore, e di mettere in rete risorse professionali e creative anche con il mondo delle istituzioni e della produzione.

ST’ART, che oltre alla direzione artistica di Mario Sasso si avvale della collaborazione dei curatori Annalisa Filonzi e Giancarlo Bassotti e della direzione tecnica di Marco Montanari, ha infatti lo scopo di istituire un Centro di Ricerca e Produzione di Arte Elettronica, un laboratorio aperto della cultura dell’immagine elettronica che si pone come punto di riferimento e collegamento tra giovani creativi, professionisti del settore e mondo imprenditoriale, stringendo rapporti di stretta collaborazione con le più prestigiose istituzioni culturali, prima tra tutte quelle marchigiane, ma anche nazionali e internazionali.

Proprio in questo spirito ST’ART si presenta al pubblico con la conferenza spettacolo “Ascoltando Shutter Island”, insieme alla Fondazione Pergolesi Spontini, che ne ha reso possibile la realizzazione, ed alla Fondazione Isabella Scelsi di Roma, e in collaborazione con la Scuola Internazionale di Comics, sede di Jesi, che ne ha realizzato il logo e la comunicazione grafica.

La serata presenta un percorso parallelo a quello del complesso intreccio di Shutter Island, film del 2010 diretto da Martin Scorsese, alla scoperta dell’affascinante labirinto sonoro che Robertson e Scorsese hanno pensato per uno dei più interessanti progetti sonori cinematografici degli ultimi anni.

Shutter Island è un film con Leonardo Di Caprio, Mark Ruffalo, Ben Kingsley, Michelle Williams, Emily Mortimer e Max von Sydow, basato sul romanzo del 2003 L’isola della paura (Shutter Island) di Dennis Lehane, autore del celebre romanzo La morte non dimentica da cui Clint Eastwood ha tratto uno dei suoi più importanti successi cinematografici, Mystic River. Tra le particolarità del film, un appassionante e oscuro “psycho-thriller” ambientato ai tempi della guerra fredda, vi è quella di una straordinaria colonna sonora. Progettata da Robbie Robertson (uno dei più importanti esponenti del rock statunitense, chitarrista, compositore ed ex-leader della storica formazione “The Band” che ha accompagnato per molti anni Bob Dylan nei suoi concerti e in alcuni tra i suoi album più conosciuti) la musica - interamente di repertorio - che percorre il film, è un intenso e raffinato omaggio al modernismo del secondo Novecento e alle avanguardie contemporanee. Comprende due composizioni cruciali di Giacinto Scelsi, “Quattro pezzi su una nota sola (1959)” e “Uaxuctum (1966), La leggenda della città Maya distrutta da essi stessi per ragioni religiose”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2011 alle 23:37 sul giornale del 26 maggio 2011 - 1211 letture

In questo articolo si parla di teatro, jesi, spettacoli, fondazione pergolesi spontini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lfV