Cna: anche le aziende di movimento terra hanno i loro corsi di formazione

CNA - Confederazione Nazionale dell'Artigianato e della Piccola e Media Impresa 25/05/2011 -

Burocrazia: è questo il nemico più grande anche per tutte le aziende che si occupano di movimento terra ed edilizia. Costrette a districarsi tra le molteplici norme a cui sono sottoposte e un incremento delle attività di controllo su strada da parte degli organi preposti alla vigilanza.



Per questo, le Cna di Jesi e Fabriano, allo scopo di fare chiarezza in merito e per permettere agli autotrasportatori la conoscenza delle condizioni necessarie per operare in tranquillità e nel rispetto delle regole, promuove per sabato 28 maggio p.v. dalle ore 9 alle ore 13, presso la sala riunioni del Cis di Moie di Maiolati, un incontro informativo assolutamente gratuito.

“Gli operatori del movimento terra ed affini – dichiara Nazzareno Baioni, presidente Cna Vallesina - segnalano da tempo la grande difficoltà in cui si trovano quotidianamente ad operare. La nostra volontà è di essere al loro fianco, soprattutto considerando che quello del movimento terra è un comparto che impatta ancora fortemente con una crisi che si è accanita sull’edilizia e che ha imposto tagli alle opere pubbliche.”

“A questa criticità – prosegue Baioni - vanno aggiunti i tempi e l’incertezza dei pagamenti, l’inasprimento del prelievo fiscale, l’aumento del costo della materia prima ovvero il petrolio. Ma ancor più viene vissuta come vessatoria la burocrazia, e quindi i tanti adempimenti sempre più vincolanti ed irrigidenti e l’incertezza delle normative che si riflettono nelle differenti interpretazioni anche in funzione di controlli. Sono spesso regole generali, magari generate dal rapporto con i “grandi” ma lontane dalla vita reale delle nostre piccole imprese del territorio che oltre tutto non permettono di raggiungere l’obiettivo dichiarato di emersione del sommerso. Per noi “piccoli” gli adempimenti sono troppi, non riusciamo a seguirli, ad ottemperarli e spesso li deleghiamo all’esterno facendoli diventare puri costi. E pensare che si parla tanto si semplificazione…..”

“Come Cna territoriali di Jesi e Fabriano – dichiarano i rispettivi segretari Elisabetta Grilli e Mirco Gaggiotti - abbiamo raccolto le sollecitazioni degli operatori del settore che chiedono ascolto alle problematiche che affrontano quotidianamente ed abbiamo organizzato un incontro allo scopo di fare chiarezza in merito e per permettere agli autotrasportatori interessati la conoscenza e le condizioni di operare in tranquillità e nel rispetto delle regole. Tra gli argomenti trattati saranno oggetto dell’incontro il riepilogo delle principali normative vigenti in materia di autotrasporto, normativa ed adempimenti in merito al trasporto conto proprio e conto terzi, la normative in materia ambientale e sui rifiuti applicabili al settore, la documentazione da produrre e conservare, le novità del Codice della Strada relative a principali violazioni e sanzioni;…”

Al termine dell’incontro, che vedrà la partecipazione anche dei responsabili della Cna Fita (Comparto dei Trasporti), Cna Tecnoquality (che si occupa di ambiente e sicurezza per le imprese) e di rappresentanti dell’Albo Trasportatori della Provincia di Ancona, verrà distribuito il Manuale degli Autotrasportatori, un’utile guida per chi svolge tale attività.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-05-2011 alle 23:33 sul giornale del 26 maggio 2011 - 1030 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, impresa, CNA jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lfU