Fli: l'elettrodotto Fano - Teramo va interrato

Futuro e libertà| 3' di lettura 30/05/2011 -

Secca e chiara è la posizione di Futuro e Libertà per l’Italia di Morro d’Alba, Belvedere Ostrense e San Marcello con i suoi esponenti Cristiano Bartolini, consigliere comunale di Morro d’Alba e l’Avv. Massimo Montaruli, assessore all’urbanistica di Belvedere Ostrense sul tracciato del nuovo Elettrodotto Fano-Teramo 380 kw.



Siamo di fronte ad un problema per il nostro territorio davanti al quale non possiamo rimanere fermi ad aspettare decisioni che tardano ad arrivare, ma dobbiamo soprattutto far sì che i le nostre comunità siano informate quanto prima su ciò che si intende costruire con questa infrastruttura.

Aveva iniziato un anno fa il consigliere Bartolini presentando un’interrogazione in consiglio comunale, e a breve continuerà anche Montaruli presentando un apposito documenti in giunta a Belvedere e anche all’Unione dei comuni.

Nel frattempo i due esponenti hanno iniziato la loro campagna di sensibilizzazione facendo affiggere dei manifesti nei tre comuni dove si chiedeva ai cittadini se avevano notizie sul nuovo elettrodotto.

La cosa più grave – incalza Bartolini – è che non si è sentito battere colpo da parte di tutte e tre le Amministrazioni su questo problema, anzi, posso dire che il silenzio è totale. Chi amministra ha il sacrosanto dovere di confrontarsi con i cittadini specie su problematiche ambientali come queste, e i cittadini stessi hanno il sacrosanto diritto di avere tutte le informazioni in un momento in cui il territorio viene messo sotto stress da questi tipi di intervento.

Futuro e Libertà e noi prima di tutto – continua Montaruli – non siamo contrari allo sviluppo, specie di fronte ad un intervento come questo di preminente rilevanza nazionale, ma allo stesso tempo, prima di prendere decisioni affrettate sul tracciato e la tipologia, sarebbe opportuno confrontarsi non solo con i cittadini ai quali spiegare ciò che dovrà essere fatto, ma portare a conoscenza le nostre proposte cercando di guardare con molta attenzione al territorio,sia come inquinamento ed impatto ambientale che ciò potrebbe portare , sia alla salute dei cittadini.

A fronte di questo non possiamo rimanere indifferenti nel vedere che molti cittadini si stanno unendo in comitati con i quali, noi speriamo di avere quanto prima, modo di incontrarci e aprire quel confronto indispensabile ed utile in questo momento.

Futuro e Libertà non farà nessun passo indietro, anzi, ne farà due in avanti e rimane fermo sul fatto che essendo una infrastruttura ad altissimo voltaggio come questo deve essere a tutti i costi interrato e non fatto passare per via aerea come previsto da progetto. Noi non ci opporremo alla crescita del nostro territorio, ma sicuramente a fianco della crescita stessa, dobbiamo salvaguardare il nostro ambiente ed i nostri cittadini. Auspichiamo pertanto massima attenzione da parte di tutti gli enti locali affinché questo elettrodotto non diventi un ulteriore ferita per il nostro territorio.


da Massimo Montaruli
Coordinatore FLI Jesi e Vallesina
e Cristiano Bartolini
Consigliere FLI Morro d’Alba






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2011 alle 21:05 sul giornale del 31 maggio 2011 - 1566 letture

In questo articolo si parla di attualità, massimo montaruli, Futuro e libertà, Cristiano Bartolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ls4





logoEV