Montaruli (Fli): il Bilancio 2011 produrrà nuovi disoccupati

Massimo Montaruli 30/05/2011 -

Nella giornata di oggi 30 Maggio 2011 il Consiglio Comunale di Jesi si appresta ad approvare il bilancio di previsione per l'anno 2011.



Dalle notizie apparse sulla stampa e dai comunicati già pubblicati a cura dei coordinatori dei partiti di maggioranza appare di tutta evidenza che siamo alle solite.

Siamo difatti dinanzi ad una manovra tecnica che nulla ha di politico e con l'approvazione di questo bilancio l'Amministrazione tenta maldestramente di giungere a fine mandato evitando di trattare ed affrontare temi seri e ormai non più rinviabili per il Comune di Jesi.

Si tratta di un bilancio che chiaramente risente del peso delle minori entrate e che tenta di far fronte a detto ammanco con l'aumento delle tariffe e con il taglio dei servizi.

In particolare si sottolinea che con l'approvazione del bilancio di previsione verranno tagliati alcuni servizi importanti come le spese per la formazione del personale, le spese per centro di aggregazione giovanile, la ludoteca e l'informagiovani ma cosa ancora più grave è il taglio agli appalti per i servizi gestiti dalle cooperative.

Infatti proprio in relazione alle cooperative – questa Amministrazione che si dice sensibile al problema del lavoro e al sostegno dell'occupazione – decide di dare un taglio del 10% agli appalti per i servizi gestiti dalle cooperative.

E' noto infatti che la principale voce di costo delle cooperative sia rappresentato dal personale e che mediamente il costo per gli stipendi del personale delle cooperative corrisponde all'80% della totalità delle uscite.

Ne consegue – e di questo ne è perfettamente consapevole l'Amministrazione – che tagliare i servizi affidati alle cooperative significa inevitabilmente andare a produrre nuova disoccupazione e/o comunque l'attivazione di ulteriori forme di ammortizzatori sociali.

Proprio alla luce delle considerazioni sopra svolte e del momento di crisi e forte disoccupazione che stiamo attraversando FLI chiede al Sindaco di rivedere detta scelta e magari di dar corso ad una politica di tagli orientata in altri settori e non verso le cooperative notoriamente fonte di lavoro e sostegno all'occupazione spesso proprio di giovani.

FLI ritiene altresì che in questo momento storico prevedere a bilancio un taglio del 10% agli appalti delle cooperative significa non dimostrare vicinanza ai lavoratori e al mondo delle cooperative in generale.


da Avv. Massimo Montaruli
coordinatore Jesi e alta vallesina FLI





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-05-2011 alle 10:47 sul giornale del 31 maggio 2011 - 629 letture

In questo articolo si parla di attualità, massimo montaruli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lqP