Percorsi d'estate al Sapore di sale, prende il via Jesi Estate 2011

Andrea Socrati, Romina Quarchioni, Leonardo Lasca 01/06/2011 -

Con il doppio ciclo di conferenze estive organizzate dalla Pinacoteca e Musei Civici, sotto la supervisione di Loretta Mozzoni, prende il via il cartellone Jesi Estate 2011. 'Percorsi d'estate' e 'Sapore di sale' sono i titoli assegnati rispettivamente a degli incontri di storia dell'arte in Pinacoteca e a conversazioni in giardino presso lo Studio per le Arti della Stampa (S.A.S.).



'Percorsi d'estate' si snoda su tre appuntamenti, martedì 7, mercoledì 15 e mercoledì 22 giugno, tutti alle 21,15, presso la Galleria degli Stucchi di Palazzo Pianetti. Si inizierà con la prima conferenza dal titolo 'Ut pictura poesis. Le stanze di Enea', a cura di Romina Quarchioni che si avvarrà della collaborazione degli studenti delle classi IA, IB, IC del Liceo Classico Vittorio Emanuele II, coordinate dal professore Luca Giancarli e di Enrico Guida, che intervallerà la presentazione dei ragazzi delle pitture presenti nella Pinacoteca con delle letture.

Mercoledì 15 è la volta di Maria Cristina Zannotti che, in collaborazione con Italia Nostra sezione di Jesi, esporrà gli studi da lei stessa effettuati dopo anni di ricerche in una conferenza intitolata 'San Francesco al Monte: un tesoro d'arte da ritrovare". "Italia Nostra è un'associazione che si prende cura delle opere d'arte per trasmetterle ai posteri - spiega la Zannotti - abbiamo così voluto ricostruire una parte di storia della città affinchè non vada persa. La Chiesa, ora sostituita dalla Casa di Riposo, si trova in Contrada Paradiso ed è ricca di opere d'arte che sono state recuperate e restaurate. Mercoledì 15 giugno si potrà anche procedere alla visita guidata di questi tesori".

Chiuderà 'Percorsi d'estate' la conferenza 'La fruizione tattile dell'opera d'arte', a cura di Alfio Albani e Andrea Socrati in collaborazione con l'Istituto d'Arte E. Mannucci e il Museo Omero di Ancona. "Una delle finalità del Museo Omero - spiega Andrea Socrati, docente del Liceo Artistico Mannucci e responsabile dei progetti speciali del Museo Omero - è quella di favorire la fruizione delle opere d'arte anche ai non vedenti. Durante la conferenza si proporrà un excursus che parte dall'analisi del Manifesto sul Tattilismo elaborato nel 1821 da Filippo Marinetti allo scultore non vedente Felice Tagliaferri. Si tenterà di promuovere una dimensione pluridimensionale delle opere d'arte, nate non solo per essere ammirate con gli occhi, ma anche con il tatto."

Terminata la rassegna 'Percorsi d'estate', si entrerà nel vivo della stagione più calda dell'anno con la serie di conversazioni che avranno luogo presso il giardino dello Studio per le Arti della Stampa. 'Sapore di sale' interesserà i primi tre mercoledì del mese di luglio, il 6, il 13 e il 20 e percorrerà duecento anni di storia tra bibite terapeutiche e vacanze di massa. L'intero percorso è a cura del professore dell'Università di Urbino Ferruccio Farina, uno dei più importanti studiosi della storia del turismo, che condurrà i partecipanti in un viaggio virtuale attraverso le tappe che hanno segnato, e da cui ha avuto origine, il turismo balneare, dai primordi settecenteschi fino al boom economico degli anni 60.

Mercoledì 6 luglio si inizierà con 'Il mare fa bene: dalle prescrizioni del dott. Richard Russel (1750) ai piaceri balneari di Paolo Mantegazza'; mercoledì 13 sarà la volta di 'Le cattedrali sulla battigia: mode e architetture balneari dalla belle epoque alle spiagge nazional-popolari'. 'Sapore di sale' terminerà mercoledì 20 con la conferenza 'La costa gioiosa e la costa gentile: due secoli di vacanza marina tra Romagna e Marche'. Tutti gli incontri sono fissati per le 21,15. Al termine di ogni appuntamento verranno offerti cocktail e bibite estive, tutti rigorosamente analcolici.








Questo è un articolo pubblicato il 01-06-2011 alle 15:22 sul giornale del 03 giugno 2011 - 3361 letture

In questo articolo si parla di cultura, italia nostra, liceo classico jesi, pinacoteca jesi, ilaria cofanelli, leonardo lasca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lwF