Tennis: Fioretti si arrende alla stanchezza ad un passo dalla vittoria al “Città di Foligno”

Giotennis 03/06/2011 -

Dopo l’ennesimo tour de force (9 partite in 6 giorni) Giovanna Fioretti arriva ad un soffio dalla vittoria al Torneo internazionale U16 “Città di Foligno”, sconfitta al 3° set in finale dalla russa Kazanova. Paga la stanchezza a Montecatini, ma promette battaglia al 47° “Torneo Avvenire” di Milano, il più importante appuntamento internazionale di categoria della stagione.



Un cammino entusiasmante, con vittorie di forza e autorità su alcune tra le principali protagoniste del panorama nazionale Under 16. Tanta amarezza per una vittoria finale a portata di mano, sfuggita più per stanchezza che per demeriti tecnici.

Giovanna Fioretti ha confermato in pieno le sua crescita, in un percorso che si conferma in crescendo, anche al recente “Città di Foligno”, torneo internazionale U16 del circuito “Tennis Europe”. Nove matches (sette di singolare, due di doppio con la lombarda Greta Di Maio, fino ai quarti) in nove giorni sotto il sole umbro. Ancora una tabella di marcia estenuante, con doppi impegni giornalieri (singolo e doppio) e orari “impossibili” nei primi turni, partendo dalle qualificazioni, per arrivare addirittura in finale.

Un percorso dove la tennista monsanese, non ha perso un solo set fino in semifinale, arrivando a imporsi nei quarti a Giorgia Brescia (1996 Ct Monza, 2.7) per 6-3 6-0, e in semi all’altra 2.7 lombarda (Ct Cesano Maderno) Martina Colmegna, con un secco 6-0 6-2.

In finale, Giovanna è arrivata ad un soffio dalla vittoria, contro la forte atleta russa Alexandra Kazanova, tra le principali protagoniste del continente, in possesso già di punti del circuito mondiale pro WTA. Di fronte ai tecnici e dirigenti federali e ad oltre 200 spettatori, sul centrale in terra del Circolo “A. Cipolloni” di Foligno, dopo un avvio contratto ed emozionato, che l’ha portava a perdere il primo set per 2-6, la fresca campionessa regionale si riscattava nel secondo, ritrovando il suo tennis vario e potente, mettendo in evidente difficoltà l’avversaria, piegata 6-1. Stessa “musica” all’avvio del 3° set, giocato di slancio, fino a quando, avanti con un break 2-1 e 40-15, Giovanna subiva il “tutto per tutto” dell’avversaria, con una serie di colpi vincenti potenti, tutti sulle righe, ed un ritorno perentorio, con maggiore freddezza sui punti decisivi, che la portavano ad aggiudicarsi il set 6-2 e la vittoria finale. Un pegno doveroso alla stanchezza e mancanza di esperienza, ma un torneo comunque entusiasmante.

Stanchezza, fisica e mentale, che Giovanna pagava appena due giorni dopo, a Montecatini, quando, al 1° turno del “main draw”, giocato alle 8.30 di mattina (sveglia alle 6, dopo essere arrivata appena la sera prima…) avanti 4-2 nel 1° e 4-1 nel 2°, finiva per essere battuta 6-4 e 7-4 nel tie break del 2° set dalla forte, solida tennista bielorussa Dea Herdzelas.

Ed ora, Milano, 47° “Torneo Avvenire”, uno dei più prestigiosi appuntamenti internazionali. Appena iniziata, la stagione si preannuncia ricca di prospettive di crescita, verso traguardi sempre più impegnativi e ambiziosi…

Sotto - Foto: Ct Foligno, 29 maggio 2011. Finale Torneo Internazionale U16. Alexandra Kazanova (a sin.) b. Giovanna Fioretti (a destra) 6-2 1-6 6-2.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-06-2011 alle 17:05 sul giornale del 04 giugno 2011 - 1019 letture

In questo articolo si parla di sport, tennis, monsano, giovanna fioretti, giotennis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lCi