Santa Maria Nuova: recuperata merce per ottantamila euro sottratta ad una ditta in primavera

I carabinieri di Santa Maria Nuova 05/06/2011 -

I Carabinieri della stazione di Santa Maria Nuova, a conclusione di una complessa ed articolata indagine hanno recuperato della merce per un valore di oltre 80.000, parte della quale proveniente da una azienda di termoidraulica del luogo e sottratta alla stessa nel marzo scorso.



Le indagini erano partite proprio in primavera quando il titolare della ditta aveva denunciato la distrazione dei beni, avvenuta in concomitanza con il licenziamento di 5 operai specializzati, che avevano, come accertato dai militari, affittato un capannone nei pressi di Filottrano.

I Carabinieri hanno quindi chiesto alla Procura di Ancona il permesso di perquisire i cinque sia nelle loro abitazioni che nel capannone, nel quale, una volta scattata l’operazione, una ventina di militari hanno rinvenuto parte della merce sottratta, costituita da macchine ed utensili di lavoro, compresi materiali di consumo, del valore di 80 mila euro, che è stata posta sotto sequestro e verrà riconsegnata al legittimo proprietario dopo gli accertamenti.

I cinque ex operai sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria per furto aggravato, in attesa che possano dimostrare la lecita provenienza della merce fornendo la documentazione fiscale.








Questo è un articolo pubblicato il 05-06-2011 alle 14:59 sul giornale del 06 giugno 2011 - 776 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, santa maria nuova, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lEt