Calcio: Jesina, le quote societarie non sono un'abbonamento a prezzo maggiorato

Jesina Calcio 1' di lettura 07/06/2011 -

A seguito di alcune polemiche, riportate dalla stampa, sollevate dalla notizia che quest'anno la sottoscrizione delle quote sociali non prevedeva, come negli anni passati, l'abbonamento in omaggio per la stagione a venire, la società sportiva ha emesso un comunicato di chiarimento.



La S.S.D. Jesina Calcio intende precisare che il coinvolgimento dei tifosi tramite la sottoscrizione di quote sociali risponde alla volontà di aprire le porte a quanti sono interessati e in possibilità di dare il proprio contributo economico alla società.

Quest'anno, a differenza dello scorso anno, la sottoscrizione di una quota dà diritto ad uno sconto del 20% sull'eventuale abbonamento: ciò perché a fronte di un campionato sempre più difficile e competitivo, la società ha avvertito la necessità di chiedere un ulteriore gesto di fiducia ai propri tifosi, ma solo a coloro che hanno la possibilità e la volontà di farlo.

Le quote societarie infatti non sono una forma di abbonamento dal prezzo maggiorato, ma un segnale di apprezzamento, fiducia e sostegno alla società, alla squadra, agli ingenti investimenti fatti sul settore giovanile. Tanto è vero che anche i soci istituzionali, con il Presidente Polita in testa, pagano regolarmente il biglietto di ingresso allo stadio, pur facendo parte del CdA.

Resta inteso che ogni tifoso può sottoscrivere un regolare abbonamento per qualsiasi settore dello stadio senza l'obbligo di acquistare quote societarie, così come vi sono casi di chi sottoscrive quote sociali per dare una mano alla Jesina e poi magari sceglie di non fare l'abbonamento.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2011 alle 15:12 sul giornale del 08 giugno 2011 - 797 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio, jesina calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lJ8