PdCI Jesi: si va verso “un peggioramento delle condizioni di assistenza alla cittadinanza”

Partito dei Comunisti Italiani 08/06/2011 -

La denuncia dei delegati FP CGIL della Zona Territoriale 5 è di una gravità che non deve essere sottovalutata dalle forze politiche della Città e dall’Amministrazione Comunale di Jesi.



Non entreremo nel merito dei temi di contrattazione trattati, che pur sono importanti perché attengono al riconoscimento di indennità da lavoro disagiato o di mancata corresponsione del saldo della produttività 2010, che devono trovare un’adeguata risposta all’interno delle trattative sindacali, che la controparte aziendale di Area Vasta non si può permettere di snobbare.

Ma il documento sindacale lancia un allarme che va immediatamente raccolto perché descrive un peggioramento delle condizioni di lavoro nei reparti ospedalieri e nei servizi a causa di carenza di organico che, se non affrontata tempestivamente, avrà l’inevitabile conseguenza di un peggioramento delle condizioni di assistenza alla cittadinanza che si rivolge ai reparti ospedalieri ed ai servizi sanitari della nostra Zona.

Se agli inizi di giugno ci sono ancora difficoltà a stabilire i piani ferie estive è il segno di una difficoltà non superabile con qualche assunzione precaria, troppo limitata nel periodo di sei mesi, e con la condizione inaccettabile di una possibile risoluzione del contratto da parte dell’ASUR.

Il fatto che l’ASUR introduca una siffatta possibilità è un precedente pericolosissimo che va subito rimosso.

La Regione Marche, tramite l’ASUR, sta andando oltre il precariato, rendendolo ancora più instabile, segno che quando cambiano le Maggioranze politiche, ed in Regione non a caso sono stati estromessi i comunisti, cambiano anche i valori di riferimento e le pratiche politiche.

Il Partito dei Comunisti Italiani chiede al Sindaco di Jesi ed all’Assessore competente di prendere un’iniziativa di verifica dei fatti denunciati nel documento CGIL e, conseguentemente, attivare la necessaria iniziativa politica nei confronti della Zona Territoriale, dell’ASUR e della Regione Marche.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-06-2011 alle 12:29 sul giornale del 09 giugno 2011 - 735 letture

In questo articolo si parla di attualità, Partito dei Comunisti Italiani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lMv