Per il Ministro Galan, il Festival Pergolesi Spontini è “autenticamente cosmopolita”

Giancarlo Galan 2' di lettura 09/06/2011 -

Per il Ministro dei Beni culturali Giancarlo Galan, il Festival Pergolesi Spontini è “autenticamente cosmopolita”. Il messaggio giunto all’Ad della Fondazione Pergolesi Spontini, William Graziosi, plaude al Festival che concluderà con grandi eventi e importanti allestimenti d’opera le Celebrazioni per i 300 anni della nascita di Giovanni Battista Pergolesi.



Il Festival Pergolesi Spontini di Jesi è “un appuntamento dal carattere autenticamente cosmopolita”. Lo ha scritto il Ministro dei Beni culturali, Giancarlo Galan, in un messaggio inviato all’Amministratore Delegato della Fondazione Pergolesi Spontini in occasione della presentazione del Festival marchigiano tenuta l’8 giugno scorso a Roma, presso la sede dell’Associazione Civita.

Il ministro ha sottolineato che “il programma 2011 del Festival Pergolesi Spontini, in concomitanza con i 150 anni dell’Unità d’Italia - il terzo cinquantenario ma il primo da quando l’Italia è entrata nella Comunità europea - presenta una serie di iniziative di evidente interesse europeo, musiche che appassionarono i musicisti e gli intellettuali tedeschi, i teatri delle corti di tutt’Europa, i conventi e le cattedrali del vecchio e del nuovo mondo, rendendo questo Festival un appuntamento dal carattere autenticamente cosmopolita. Nell’augurare ogni successo a queste giornate di cultura e spettacolo, desidero complimentarmi per il lavoro svolto”.

Nel corso dell’edizione 2011 del Festival, intitolata “Pergolesi in Progress”, verranno programmate dal 2 al 17 settembre, a Jesi e in varie città della provincia di Ancona, tre opere di Pergolesi (La Salustia, L’Olimpiade, e La Serva padrona) con allestimenti affidati a registi e complessi musicali barocchi di fama internazionale. Tra i concerti, è degna di rilievo l’esecuzione dello Stabat Mater alla Cattedrale di San Ciriaco in Ancona in occasione del Congresso Eucaristico Nazionale. Inoltre, un nuovo allestimento de Lo Frate ‘nnamorato di Pergolesi aprirà la 44sima Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi, che proseguirà poi con Elisir d’amore di Donizetti e con Rigoletto di Verdi. Grazie alla collaborazione tra Fondazione Pergolesi Spontini e Unitel Classica, le opere di Pergolesi saranno registrate in alta definizione e trasmesse nei canali satellitari Classica, in attesa di essere commercializzate in dvd.

Il Festival Pergolesi Spontini è una rassegna di livello internazionale nata nel 2001 per valorizzare l’opera di Giovanni Battista Pergolesi (1710-1736) e di Gaspare Spontini (1774-1851), esaltando di entrambi la dimensione europea e universale. Il Festival propone ogni anno un tema, che fa dialogare le opere dei due compositori con idee, autori, personaggi, mescolando generi e inventando spazi per la musica e il teatro.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2011 alle 18:28 sul giornale del 10 giugno 2011 - 775 letture

In questo articolo si parla di cultura, teatro, jesi, fondazione pergolesi spontini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/lRZ