Provincia: Petrolati (Prc) difende di Quercetti. “Una sorpresa la rosa di nomi del partito per sostituirlo”

fabrizio petrolati 25/06/2011 -

Con sorpresa ma soprattutto con rammarico leggo del dimissionamento del compagno Quercetti da assessore provinciale, l’impegno di Quercetti, su tanti fronti “caldi”, dalla scuola alle tante iniziative in difesa del lavoro, è noto e non richiede le mie lodi, il motivo del suo allontanamento incredibile: il dissenso su un provvedimento, l’aumento delle aliquote RC auto, iniquo, inutile per le casse provinciali, dannoso per i bilanci familiari e soprattutto mai discusso e affrontato dalla maggioranza, che non condivido e che ostacolerò nel dibattito in consiglio.



Leggo anche che il mio partito avrebbe presentato al Presidente Casagrande una rosa di nomi per la sua sostituzione. Un’altra sorpresa, dato che mai il Comitato Politico Federale, di cui faccio parte ha preso in esame e votato i nomi di queste proposte, e delle quali, ovvio, non faccio parte.

Non posso garantire quindi il mio consenso a questa operazione e mi ritengo libero, senza una discussione complessiva che coinvolga anche gli organismi regionali e nazionali, di operare in consiglio provinciale rispondendo alla sola verifica dei circoli e dei compagni del territorio con l’obiettivo di rappresentare le tante istanze che nascono dal basso per la difesa dell’ambiente, dei beni comuni e dei diritti del lavoro.


da Fabrizio Petrolati
Consigliere provinciale Prc




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-06-2011 alle 13:43 sul giornale del 27 giugno 2011 - 1580 letture

In questo articolo si parla di politica, fabrizio petrolati, Consigliere provinciale Prc, partito rifondazione comunista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/mzt


Altro che scelte responsabili, aumenti, rispetto del patto di stabilità; l’unica scelta responsabile veramente da fare è quella di chiudere gli enti Provincia, mandando a casa tutta quella “masnada” di scartoffiari che ivi sono “imbucati”, a cominciare dalla “Casagrande” solo per lei a casa sua. W il 14 luglio 1789.


Altro che scelte responsabili, aumenti, rispetto del patto di stabilità; l’unica scelta responsabile veramente da fare è quella di chiudere gli enti Provincia, mandando a casa tutta quella..................
Brodo puteolente che con i primi caldi si inacidisce!




logoEV