Provincia: approvato il Piano delle Politiche giovanili

provincia di ancona 2' di lettura 01/07/2011 -

La giunta provinciale di Ancona ha approvato il Piano provinciale delle politiche giovanili 2011-2012 e il relativo stanziamento di 196 mila euro. Al bando potranno accedere gli enti locali (comuni singoli o associati, comunità montana e ambiti territoriali sociali), ma anche associazioni giovanili, del terzo settore e no profit. Il requisito fondamentale è la sede legale nel territorio provinciale e la costituzione da almeno sei mesi.



Inoltre, per le associazioni giovanili è richiesta la presenza di una componente significativa di soci di età compresa tra i 16 e i 29 anni, mentre per i comuni al di sotto dei 5 mila abitanti è obbligatoria la presentazione dei progetti in forma associata. In via prioritaria saranno ammessi al finanziamento quei progetti rivolti all’implementazione, potenziamento e nuova costituzione di centri Informagiovani nel territorio provinciale e alla qualificazione e creazione di Centri di aggregazione giovanile.

A livello tematico i settori di intervento che avranno una corsia preferenziale saranno quelli inerenti l’occupazione giovanile e l’innovazione. Per quanto riguarda la ripartizione delle risorse, ai progetti presentati dagli enti locali singolarmente andrà una quota di cofinanziamento fino al 60% del costo complessivo, per un tetto massimo di 9 mila euro, mentre per quelli presentati dagli enti locali in forma associata o dagli Ambiti territoriali sociali il cofinanziamento massimo sarà dell’80% con una soglia massima di 20 mila euro. Per le associazioni, invece, il cofinanziamento massimo sarà del 95%, ma il costo progettuale non dovrà superare i 5 mila euro.

“L’obiettivo – spiega l’assessore alle Politiche giovanili Gianni Fiorentini – è replicare il successo dello scorso anno, dando continuità al lavoro di aggregazione e valorizzazione delle interessanti esperienze associative del nostro territorio. Cercheremo anche di far crescere il numero dei giovani coinvolti nell’attività di progettazione e di superare la soglia dei 46 progetti avviati nel biennio 2010-2011”. I progetti dovranno essere presentati entro e non oltre il 30 settembre 2011 e dovranno essere realizzati nel periodo compreso tra il 1° luglio 2011 e il 31 maggio 2012.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-07-2011 alle 11:09 sul giornale del 02 luglio 2011 - 740 letture

In questo articolo si parla di provincia di ancona, politica, ancona





logoEV