Ad “Equa la festa” si parla di beni comuni e di Danilo Dolci

Equa la festa 2' di lettura 08/07/2011 -

Dopo l’invasione allegra e festosa del Parco di Villa Borgognoni di Jesi, nella giornata inaugurale di Equa la festa, continua la tre giorni organizzata dall’associazione SpaziOstello Onlus in collaborazione con la cooperativa sociale Zanzibar – che gestisce l’Ostello per conto del Comune di Jesi – e diverse altre associazioni di volontariato (Emergency (gruppo di Jesi), Mondo Solidale, La Strada di Sergio, l’Anpi, Libera, Avvocato di Strada, Senzatomica).



Venerdì 8 luglio è previsto l’incontro con Marco Bersani (Attac Italia) sul tema I beni comuni dopo il referendum, e sarà un’occasione di riflessione e confronto sulla gestione dei beni comuni dopo la grande mobilitazione di associazioni e comitati pro referendum e lo storico risultato sancito dalle urne.

Il terzo incontro, quello di sabato 9, verterà sulla figura di Danilo Dolci. Del sociologo, scrittore ed educatore impegnato nel riscatto delle classi sociali svantaggiate attraverso la lotta all’analfabetismo e una pedagogia non oppressiva parlerà Giuseppe Barone – che ne fu collaboratore ed è vicepresidente dell’omonimo centro di Palermo – presentando il suo libro Danilo Dolci. Una rivoluzione non violenta. Nella stessa giornata si terrà il seminario gratuito per educatori (su prenotazione) “Il metodo strutturale maieutico di Danilo Dolci”.

Nel dopo cena, alle 22, vi sarà spazio per la musica: venerdì Charango y Tambor ci offriranno ritmi dell’America Latina alternando composizioni originali a musica tradizionale, mentre sabato saranno protagonisti l’estro e il dinamismo dei Cherry Cave, giovane gruppo musicale che spazia dal funky al rhytm and blues al soul. Nella serata di venerdì la musica sarà presente anche con il Laboratorio ritmo musicale per adulti e bambini, a cura di David Uncini (su prenotazione).

La riflessione sul consumo critico e il contatto tra culture daranno vita, nella giornata di sabato, ad un tour cittadino nei bazar di quartiere e all’incontro A tutto GAS: esperienze su un nuovo modo di fare la spesa a cura di Rees Marche.

Per i bambini vi sarà uno spazio tutto loro, il sabato pomeriggio, con la lettura animata del libro di Silvia Forzani Re Carognone e l'acqua rubata, a cui seguirà un laboratorio. L’iniziativa è a cura della Libreria Kirikù di Jesi e di Caterina Fantoni, artista anconetana.

Ogni giorno sarà possibile visitare gli stand delle associazioni partecipanti e di aziende agrarie biologiche, partecipare a laboratori per adulti e bambini, fruire di trattamenti benessere, scambiare capi di abbigliamento e oggetti al mercatino del baratto, incontrarsi per un aperitivo speciale, gustare piatti di cucina etnica e biologica accompagnandoli con bevande provenienti dal commercio equo e solidale, vino delle nostre colline o birra artigianale prodotta con orzo distico locale.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2011 alle 09:46 sul giornale del 09 luglio 2011 - 2364 letture

In questo articolo si parla di attualità, consuelo paris

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/m6p





logoEV