Varchi elettronici: tolti i vigili a presidio, fioccano le infrazioni

logo comune di Jesi 08/07/2011 -

L'Amministrazione comunale informa che, nei primi quattro giorni di attivazione dei varchi elettronici a presidio degli ingressi delle zone a traffico limitato del centro storico, si è registrato l'accesso non autorizzato di un elevato numero di veicoli. In particolare l'accesso di Porta Bersaglieri ha segnalato, sia di giorno che di notte, il transito di decine e decine di auto sprovviste di relativo permesso.



Diversi sono i casi di mezzi che nei primi quattro giorni hanno varcato l'ingresso della Ztl in maniera quotidiana e continuativa. E questo malgrado siano ben visibili i cartelli che segnalano sia il divieto di transito per i non autorizzati, sia la presenza del varco elettronico che fotografa la targa. Senza contare che nei mesi precedenti, durante la fase di sperimentazione dei varchi con i vari presidi a fasce orarie della polizia municipale, non si erano mai segnalate problematiche di questo genere, rappresentando evidentemente la figura del vigile urbano un efficace deterrente. Nella stragrande maggioranza dei casi le violazioni sono infatti commesse dai veicoli non appartenenti a persone che vivono o lavorano nel centro storico.

Per tutti scatteranno le sanzioni previste dal regolamento, pari a 76 euro più spese di notifica per la violazione alle norme previste.

L'Amministrazione comunale raccomanda pertanto a tutti i cittadini di prestare la massima attenzione alla cartellonistica presente e di non accedere nelle tre zone a traffico limitato senza il relativo permesso, perché la sanzione - fatti gli opportuni controlli dalla centrale operativa della polizia municipale - diventa automatica. Si ricorda che i varchi elettronici sono attivi, oltre che a Porta Bersaglieri, anche in via Andrea da Jesi (la strada laterale che entra nel centro storico da Piazza Baccio Pontelli) e corso Matteotti all'incrocio con via Palestro (nei pressi del Liceo Classico Vittorio Emanuele II).

Sia il comando di polizia municipale di piazza Indipendenza (tel. 0731 538234), sia lo Sportello Unico Servizi di piazza Spontini 8 (info 800 580084) restano a completa disposizione del pubblico per fornire tutte le informazioni necessarie, per rilasciare eventuali permessi a coloro che ne abbiano i titoli in base al regolamento vigente e per suggerire percorsi alternativi a chi non è data facoltà di accesso.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2011 alle 11:40 sul giornale del 09 luglio 2011 - 981 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/m6W