Maiolati Spontini: premiato il progetto per l'immagine coordinata de “La Fornace”

Biblioteca “La Fornace” 12/07/2011 -

ma:design, studio di graphic design e comunicazione con sede a Pesaro, ha ricevuto la Menzione d’Onore 2011del Compasso d’Oro ADI XXII Edizione, assegnato per il progetto di immagine coordinata e segnaletica realizzato alla moderna mediateca eFFeMMe23BibliotecaLaFornace, per il Comune di Moie di Maiolati Spontini (Ancona).



In occasione del Centocinquantesimo anniversario dell’Unità nazionale, il Governo italiano, attraverso la Fondazione Valore Italia del Ministero per lo Sviluppo Economico, ha accompagnato la XXII edizione del Compasso d’Oro ADI, rendendo omaggio alla Collezione omonima e al design, nella duplice mostra Unicità d’Italia: una rassegna storica presso il Palazzo delle Esposizioni e una dedicata alla contemporaneità presso la Pelanda Museo Macro al Testaccio; entrambe in corso a Roma fino al 25 settembre 2011.

Alla cerimonia di premiazione della XXII edizione del Compasso d’Oro ADI, tenutasi il 12 luglio presso la Pelanda, il progetto realizzato da ma:design per la eFFeMMe23BibliotecaLaFornace, ha ricevuto la Menzione d’Onore della Giuria Internazionale che ha selezionato i prodotti raccolti in mostra in questa sede, assegnando 19 Premi Compasso d’Oro e 77 Menzioni d’Onore.

Il progetto di ma:design, già parte dei 400 pubblicati dall’ADI index negli ultimi 3 anni, con la premiazione 2011 entra inoltre a far parte della Collezione Compasso d’Oro ADI, decretata nel 2004 “Bene di interesse nazionale”. Una collezione, unica al mondo, che testimonia più di 50 anni di storia del design.

Per la moderna mediateca eFFeMMe23BibliotecaLaFornace, antica fornace per laterizi riportata a nuova vita dal 2008 grazie ad un intervento di restauro conservativo, ma:design ha creato un progetto di immagine coordinata e segnaletica emotivamente accattivante e utile all'utente, che ne ha fatto un centro di incontro comunitario.

La segnaletica si inserisce perfettamente nel progetto di restauro voluto dal Comune di Maiolati Spontini ed effettuato sull’edificio storico dagli architetti Nazzareno Petrini e Anna Serretti a cui è stato riconosciuto nel 2009 il Premio Regionale di Architettura INARCH-ANCE MARCHE e la Medaglia d’oro all’Architettura, Premio Speciale alla Committenza.

Un intervento di recupero che, dopo i crolli strutturali causati del degrado e dagli eventi sismici, ha consolidato e messo in sicurezza l’intera struttura. La copertura, per esempio, è costituita da un articolato disegno di travi e tiranti in acciaio che crea una sorta di “cappello” rigido, poggiato sul sistema dei pilastri e setti in muratura, senza creare spinte.

E soprattutto un restauro che ha rispettato pienamente la particolare conformazione e la geometria originaria dell’edificio, realizzando allo stesso tempo un sistema organizzativo tipico delle contemporanee biblioteche /mediateche, con una serie di locali destinati a servizi per la collettività: oltre alla biblioteca che si sviluppa al piano primo ed al piano soppalcato (aree di lettura, di ascolto della musica, zona multimediale, zona per bambini/ragazzi), ci sono spazi per le associazioni presenti nel Comune di Maiolati Spontini, l’informagiovani, una sala conferenze intitolata a Joyce Lussu e un caffè letterario con una importante funzione di promozione culturale, di relax e ristoro. Spazi aperti definiti dagli arredi, di facile accesso e di grande flessibilità.

Dopo il restauro, i molteplici luoghi di aggregazione all’interno dell’area sono stati attrezzati di una segnaletica e di una grafica innovativa secondo il progetto di ma:design. Tutti gli spazi sono riuniti sotto lo stesso “multiplo” denominatore “eFFeMMe23”: l’acronimo di Fornace Moie abbinato al numero 23, come 1923, data in cui la più importante Fornace delle Marche viene organizzata in maniera industriale e dotata del forno Hoffmann, e come il numero civico dell’intera area.

Il logotipo si staglia sulla cima del camino dominando il paese e le vallate circostanti e l’uso dell’alfabeto fonetico, una forma di espressione ibrida, in cui lettura e scrittura coincidono e si sovrappongono, prosegue sulle vetrate perimetrali, marcando il percorso ellissoidale dell’edificio.

Per la segnaletica ma:design ha creato un sistema vicino al mondo del fumetto, dell’arte pop, ma anche della tipografia sperimentale e della tecnologia, che fanno della Fornace di Moie di Maiolati Spontini un nuovo contenitore, di libri certamente, ma anche di idee, di realtà e linguaggi differenti che si interdicano e si contaminano fino a creare nuovi alfabeti.

eFFeMMe23BibliotecaLaFornace sì è così riqualificata come affascinante luogo storico e allo stesso tempo come sito interdisciplinare contemporaneo, di grande potenzialità per il paese di Maiolati Spontini, sia dal punto di vista della rivalutazione economica, sia di quella urbanistica e sociale.

La consolidata esperienza progettuale di ma:design per la segnaletica e corporate image per luoghi pubblici sì è per altro distinta quest’anno per un altro progetto di altissimo livello; lo studio pesarese ha infatti ricevuto l'Honor Award 2011, il più prestigioso riconoscimento americano dei SEGD Design Awards, assegnato per il miglior progetto di segnaletica museale realizzato al MAXXI Museo Nazionale delle arti del XXI secolo di Roma.

Un sistema di segnaletica elegantemente integrato all'architettura. Unico, appropriato per il luogo, poco invasivo e assolutamente innovativo che rende merito internazionale ad ma:design, quale realtà italiana tra le più significative ed eccellenti in ambito di design.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-07-2011 alle 15:33 sul giornale del 13 luglio 2011 - 2880 letture

In questo articolo si parla di attualità, pesaro, ma:design, la fornace

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nfw