Fiom: una scelta coerente

fiom cgil 14/07/2011 -

Nei giorni scorsi la RSU della Fiom ha fatto presente alla RSU di Fim e Uilm della necessità di indire Assemblee per spiegare ragioni e modalità dello sciopero/i indetti dalle rispettive segreterie nazionali sul Premi di Risultato 2011 che Fiat non intende pagare.



La risposta non si è fatta attendere:
1. Fim e Uilm rifiutano per l’ennesima volta il confronto in Assemblea con i lavoratori, ricordiamo che le assemblee non sono proprietà delle organizzazioni sindacali, ma un diritto delle lavoratrici e dei lavoratori, alle O.O.S.S. spetta di indirle.
2. Fim e Uilm tradiscono il mandato datoci dalle assemblee del 29 Giugno scorso in cui unitariamente scioperammo e adesso a distanza di due settimane, in maniera unilaterale e non unitaria, di fatto rompendo l’unità sindacale sulla questione del salario aziendale, proclamano altre 4 ore non tentando nemmeno di trovare una data comune alle iniziative, in un momento in cui i lavoratori hanno bisogno di tutto, meno che del caos sindacale. Alla FIOM non la si invita tramite volantino a fare lo sciopero, lo si concorda prima.
3. Poi c’è l’importante questione sul merito dello sciopero. Non si capisce dai comunicati Fim e Uilm Nazionali se indicono 4 ore per il PdR del prossimo anno o quello invece che spetta ai lavoratori a Luglio di quest’anno, e che fa riferimento ai guadagni che CNH ha realizzato nel 2010 e che Fiat beffardamente ha redistribuito a Azionisti, Capi e Capetti con cifre che vanno dalle 3000 alle 20000 euro su tutto il Gruppo, e facendo invece pagare tutta la crisi a chi da tre anni i trattori li produce con il sudore e la fatica. Tutte scelte che a noi paiono gravi e irresponsabili.

I lavoratori dello stabilimento CNH di Jesi, dalle Assemblee e con lo sciopero unitario del 29 Giugno, hanno detto in maniera chiara e inequivocabile che bisogna porre sin da subito LA QUESTIONE DEL SALDO DEL PREMIO DI RISULTATO DI LUGLIO 2011, e che su quella stessa questione occorre dare continuità.

E’ per questo che già da Settembre prossimo la Fiom si è impegnata con il proprio coordinatore nazionale del gruppo Fiat e la segreteria nazionale e regionale, a mettere in piedi un coordinamento di Fiat Industrial capace di porre al centro la questione del salario aziendale.

Per questo la RSU della FIOM proclama per lunedì 18 Luglio 1 ora di Assemblea in sciopero con le lavoratrici e i lavoratori in cui spiegheremo i motivi di questa scelta e concorderemo le modalità della mobilitazione.

Invitiamo le maestranze alla massima partecipazione.

1° turno e centrale: dalle 9 alle 10;
2° turno: dalle 17 alle 18;
3° turno: dalle 21 alle 22.

Ritrovo alla porta dell’officina 1






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2011 alle 22:55 sul giornale del 15 luglio 2011 - 3631 letture

In questo articolo si parla di lavoro, cgil, fiom, Fiom-Cgil

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nnW