Monte Roberto: il Comune accelera il percorso verso il “rifiuto zero”

Centro Sinistra per Monte Roberto 21/07/2011 -

Il Consiglio Comunale di Monte Roberto intende dare più incisività alla raccolta differenziata iniziata un anno fa al fine di migliorare le criticità emerse vista l’attuale raccolta di prossimità, pur riconoscendo i buoni risultati fin qui ottenuti.



E’ stata approvata all’unanimità la mozione presentata dal gruppo consiliare di minoranza “Centro Sinistra per Monte Roberto” relativa alle nuove politiche gestionali del servizio di raccolta rifiuti solidi urbani vista la crescente sensibilità dell’opinione pubblica verso politiche sostenibili con la difesa dell’ambiente, della salute, delle risorse ed avverse al degrado urbano attraverso una riduzione delle quantità di rifiuti indifferenziati destinati allo smaltimento in discarica ed un incremento della raccolta differenziata dei rifiuti urbani assimilati per il mantenimento e il miglioramento degli obbiettivi fissati dall’art. 205 del D.Lgs n. 152/06 che prevede in particolare il raggiungimento per l’anno 2012 almeno 65% di raccolta differenziata.

Considerato che l’attuale modello di raccolta in atto sul territorio, difficilmente potrà raggiungere e mantenere livelli di percentuale elevati, visto che analoghe esperienze riportano dati non superiori al 50/60%, si guarda con favore quanto altre amministrazioni nazionali o locali come Monsano hanno fatto attraverso concreti strumenti operativi volti a scoraggiare l’incremento dei rifiuti e lo smaltimento in discarica e a favorire iniziative di generalizzata estensione della differenziata, con un’attenta politica di gestione dei rifiuti che punti alla loro prevenzione, al riuso, al massimo recupero di beni e materiali, in linea anche con gli obbiettivi di generalizzare la diminuzione dei “gas serra”, resa sempre necessaria e stringente da “accordi internazionali” che puntano ed obbligano i governi a “tagliare” le emissioni di C02, legate anche alla produzione di beni di consumo a partire dagli imballaggi.

Per poter affrontare e risolvere i problemi relativi alle politiche gestionali del servizio raccolta rifiuti occorre che siano individuate soluzioni al passo con i tempi e con una corretta mentalità ambientalista. L’obiettivo primario è fare un passo avanti rispetto alla situazione attuale coinvolgendo anche i cittadini chiamati ad essere ancora più attenti e consapevoli.

Il Consigliere Coacci quale promotore della mozione si dice convinto che oltre all’impegno del Comune di Monte Roberto verso il traguardo dei “Rifiuti Zero” entro il 2020, il percorso sarà condiviso anche da tutte le altre Amministrazioni della Vallesina aderenti al CIS quale Ente appaltante del servizio di raccolta, che sarà chiamato ad istituire il prima possibile un sistema tariffario basato sulla effettiva quantità di rifiuti prodotti dalle utenze domestiche e non domestiche, ritenendo l’applicazione di una tariffa puntuale di igiene ambientale (T.I.A.) un elemento qualificante della trasparenza, dell’equità del servizio di raccolta e che solo attraverso questa applicazione si possono mettere in atto, anche sistemi incentivanti/disincentivanti/premianti con l’obbiettivo di una responsabilizzazione fattiva delle categorie interessate.

Il CIS sarà chiamato ad istituire “L’Osservatorio verso rifiuti zero”, con il compito di monitorarne il percorso indicando criticità e soluzioni per rendere il suddetto obbiettivo verificabile, partecipato e costantemente in grado di aggiornarsi anche alla luce dell’evolversi del quadro internazionale, nazionale,regionale e provinciale.

Il CIS dovrà elaborare un piano triennale particolareggiato, sulle politiche gestionali del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani e sulle pratiche attuative, sui tempi, sulle ricadute economiche delle scelte, ecc, per il raggiungimento degli obbiettivi indicati nella proposta chiamando direttamente in causa la Sogenus quale partner locale indispensabile che faccia da trade-union con i Cittadini che recentemente si sono pronunciati a favore dei servizi affidati alle società pubbliche, segno della fiducia e del sostegno per i valori di efficienza e trasparenza che queste società hanno conquistato con la loro opera di costante miglioramento dei servizi erogati.


da Coacci Settimio
Capogruppo "Centro Sinistra per Monte Roberto"




Questo è un articolo pubblicato il 21-07-2011 alle 17:10 sul giornale del 22 luglio 2011 - 712 letture

In questo articolo si parla di monte roberto, Centro Sinistra per Monte Roberto, Coacci Settimio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nCD