Massaccesi (Pdl): ex-Sadam, l'Amministrazione deve ottenere garanzie sugli aspetti occupazionali e ambientali

Daniele Massaccesi - Pdl 26/07/2011 -

In vista della decisiva seduta del prossimo 29 luglio, il Consigliere Comunale del Pdl, Daniele Massaccesi, torna ad occuparsi di Sadam. Questa volta presentando una risoluzione con cui il Consiglio comunale dovrebbe impegnare l’Amministrazione ad integrare l’accordo del 4 luglio scorso firmato dal Sindaco, Fabiano Belcecchi, con alcune garanzie sul fronte occupazionale, ambientale ed energetico.



Nella risoluzione si chiede l’istituzione di un fondo di garanzia per i dipendenti, anche tramite fidejussioni, volti ad assicurare il raggiungimento ed il mantenimento dei posti di lavoro indicati nell’accordo, con un incremento previsto per il futuro, il raggiungimento degli obiettivi prefissati nel piano, oltre quelli occupazionali, la chiusura della Turbogas e l’impegno a non realizzare altri impianti di termovalorizzazione.

Si chiede inoltre l’impegno all’istituzione di un fondo di solidarietà di 5 milioni di euro a favore di strutture comunali e di servizi sociali del territorio e per la riqualificazione dell’ambiente e del territorio. Tale fondo dovrebbe essere gestito da un comitato in cui sia rappresentato, oltre l’azienda anche il consiglio comunale, sia nella componente di maggioranza che quella di minoranza.

L’azienda dovrebbe presentare un progetto “idoneamente corredato di dati e di documentazione tecnica, entro 90 gg. da oggi, unitamente ad un piano industriale completo, con le necessarie previsioni anche della parte finanziaria, accompagnato da un riposizionamento del piano, teso a favorire insediamenti industriali più che l’attuale previsione “commerciale”, che, così com’è proposta e strutturata, verrebbe a compromettere gravemente ed irreparabilmente il commercio - piccolo e medio - della città” e adottare le “BAT” nella realizzazione di qualsiasi nuovo impianto.

Secondo la risoluzione poi l’Amministrazione dovrebbe procedere con “accertamento e verifica della effettiva bonifica del sito (con relativi dati)” e avere i “poteri di veto su ogni decisione strategica in contrasto con l’accordo sottoscritto”.

Infine si auspica l’avvio di “una effettiva indagine epidemiologica (con previsione di incarico - durata – costi), superando ogni ostacolo o ritardo finora esistente e dando comunque il via al necessario iter, sì da porre fine alle carenze manifestate, alla data odierna, da parte degli Organi e delle Autorità preposte”.



...

...






Questo è un articolo pubblicato il 26-07-2011 alle 14:47 sul giornale del 27 luglio 2011 - 666 letture

In questo articolo si parla di attualità, sadam, Daniele Massaccesi, pdl, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nMd