Attività e servizi già chiusi sul lungomare: Giacchella, 'Non è la strada giusta'

massimiliano giacchella 2' di lettura 04/09/2011 -

Dalla maggioranza parte la crociato contro le saracinesche abbassate anzitempo di locali, negozi e baretti estivi. Il Pd con il consigliere Massimiliano Giacchella lancia un monito agli operatori turistici per resistere alla tentazione di chiudere le proprie attività con la fine del mese di agosto.



Una polemica nata proprio dal fatto che già sul lungomare diverse sono le saracinesche che si vedono abbassate. Ma non solo. Il salvataggio a mare, conclusosi già una settimana fa, è l'emblema di una città che sembra non avere ancora recepito la cultura della destagionalizzazione.

“Abbiamo una grande fortuna, quella di esserci affermati per un turismo di qualità con numeri da record e in controtendenza rispetto a tante località limitrofe e non -afferma Giacchella- Senigallia ormai è la città del turismo rivierasco e questo è una dato di fatto. Ma non dobbiamo ora perderci in un bicchier d'acqua. Agli operatori chiediamo di fare un ultimo sforzo e di non chiudere le attività almeno fino alla metà di settembre”. Anche se con la fine di agosto i flussi turistici tornano ad essere quelli di maggio, chiudere gli esercizi già i primi di settembre significa compromettere inesorabilmente la destagionalizzazione.

“Il Comune fa la sua parte investendo nella promozione, nella riqualificazione della città e in strumenti urbanistici come il piano degli arenili che quest'anno con i consorzi ha migliorato notevolmente l'offerta della spiaggia -aggiunge Giacchella- lo sforzo però lo devono fare anche gli imprenditori. Ci rendiamo conto che a fine stagione subentra la stanchezza e che la redditività delle imprese turistiche è più bassa ma è un costo che considerare nell'arco di tutta la stagionalità”. Proprio la destagionalizzazione potrebbe essere l'arma a doppio taglio per il turismo senigalliese dal momento che in altre città balneari i servizi sono tutti attivi fino almeno alla metà di settembre.

“Per il prossimo anno occorrerà lavorare anche sul salvataggio a mare che non può certo finire il 28 agosto -continua il consigliere del Pd- speriamo che in occasione del Congresso Eucaristico Nazionale, che vede diverse prenotazioni nelle nostre strutture ricettive, gli operatori si facciano trovare pronti e non tengano chiusi negozi, bar e ristoranti sul lungomare”.






Questo è un articolo pubblicato il 04-09-2011 alle 09:47 sul giornale del 05 settembre 2011 - 3292 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, turismo, massimiliano giacchella

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/oZd


Sono completamente d'accordo: un lungomare "a luci spente" in alcuni casi proprio negli ultimi giorni d'estate fa tristezza.
E' come il discorso dell'uovo e della gallina: i locali sono in "smobilitazione" perchè è calata la gente oppure l'opposto.
Finora ho visto la prima cosa, mi piacerebbe verificare con l'altra ipotesi.

.... non solo il lungomare chiude i battenti, è assurdo che la prima domenica di settembre anche i grandi centri commerciali sono chiusi, per una città turistica come senigallia in una domenica di settembre diventa una rarità per i turisti acquistare beni di prima necessità tipo detergenti per il corpo o il semplice dentifricio , la nostra città vive di turismo e commercio ovvero negozi e centri commerciali aperti 360 giorni l'anno.

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Sarebbe buona cosa prolungare la stagione fino metà settembre, e perchè no fino alla fine di settembre!? Tuttavia, se non vado errando, per ottobre gli operatori turistici devono aver sbaraccato tutto dal lungomare, pena verbali! se vuole che la stagione venga prolungata, in tanto dica al comune di prolungare i tempi per sgomberare la spiaggia!! Chiudere i battenti a fine agosto è un pò presto, forse qualche operatore turistico ha dato un occhio alla previsioni del tempo, sembra che sia brutto fino al 20 di settembre..

“Il Comune fa la sua parte investendo nella promozione, nella riqualificazione della città e in strumenti urbanistici come il piano degli arenili che quest'anno con i consorzi ha migliorato notevolmente l'offerta della spiaggia -aggiunge Giacchella......."

Il nuovo piano degli arenili ha migliorato notevolmente l'offerta della spiaggia?
Si possono avere informazioni più precise in merito?
I senigalliesi non si sono accorti del miglioramento dei servizi offerti se non per un sempre maggiore occupazione del suolo pubblico a vantaggio per gli operatori economici tra loro consorziati.

Grazie

l.mare deserto

Basterebbe applicare le misure di sanzione a chi ha la licenza annuale e "lavora si e no 90gg.
pero' pur di accapparare quattro voti si chiudono tutte e due gli occhi......




logoEV