Rugby: ottima esperienza al 1° campeggio al campo rugby, in aumento le adesioni al minirugby

Minirugby 05/09/2011 -

E' andato bene, molto bene il 1° campeggio del minirugby del fine settimana scorso, tanto che il direttivo del Rugby Jesi ’70 ha deciso subito di inserirlo come obbiettivo fisso nel progetto "Leoncini rugby club" e di propagandarlo in modo adeguato per consentire a tutti quelli che lo vorranno di organizzarsi per tempo e di partecipare all'iniziativa.



Una trentina di ragazzini ed una decina di adulti (altri genitori hanno seguito da osservatori esterni, discreti ma attenti) hanno vissuto intensamente l'esperienza: allestimento della tenda, cena alla griglia con salsicce, bistecche + dolci, patatine ed anguria, giochi sino a tardi il venerdì notte, provare a dormire e riuscirci solo alle due di notte, già in piedi alle 07.00 del mattino con gli assistenti adulti "in bambola", sveglia completa sotto il getto dell'irrigatore (poi prudentemente bloccato, cosa definita da qualcuno "una cattiveria" perché i bimbi si divertivano un mondo!), colazione e merenda del mattino con latte/caffè, dolci, frutta, poi giochi ad oltranza tutti rigorosamente con acqua, prima con il fango e in seguito con il sapone (i bimbi ne sono usciti pulitissimi!?), pranzo a base di pastasciutta, tanta pastasciutta, ed un sugo gustoso poi i soliti dolci e frutta, di nuovo giochi e infine preparazione della merenda da parte dei bambini attraverso la manipolazione di farina, acqua, lievito di birra.......

A tale vista qualcuno dell'organizzazione, scettico, ha ritenuto opportuno far preparare panini alla mortadella e al prosciutto cotto, invece i ragazzini hanno smentito clamorosamente l’indebito pessimismo, consumando voracemente i loro prodotti arricchiti da un'ottima marmellata al mirtillo, poi si sono ovviamente interessati anche al resto. Stupendo il momento della premiazione con le immancabili foto e la "magnificenza" dei premi, un po' malinconico, infine, il commiato tra le 19.00 e le 20.00. Qualcuno avrebbe preferito trascorrere in loco un'altra nottata, ma gli assistenti erano piuttosto provati..... (racconteremo in altra occasione, al momento diciamo solo che a rianimarli, dopo tante ore di fatica, di moderazione e di giochi con i bimbi, non sono bastati né il caffè, né la birra, né la grappa ...!).

Su tutto e tutti impeccabili la regia e l'animazione di Peter, comunque, oltre a lui vanno ringraziati i genitori che hanno collaborato attivamente all'organizzazione, alla preparazione e alla cottura dei cibi, nonché all'assistenza costante ai bambini.

Il rugby è aggregazione, è fare gruppo, fare squadra e questo vale per i ragazzi ma anche per i loro familiari: se ne parlerà diffusamente nei prossimi giorni allo scopo di costituire un gruppo affiatato e compatto in grado di organizzare momenti interessanti e coinvolgenti come il campeggio. Intanto, accanto ai ragazzi che hanno confermato la loro presenza, si stanno concretizzando nuove adesioni, dai 6 agli undici anni: si tratta di bambini che vogliono provare e lo faranno gratuitamente per tutto il mese di settembre, il lunedì ed il giovedì dalle ore 17.30 alle 19.15, poi decideranno se continuare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-09-2011 alle 16:37 sul giornale del 06 settembre 2011 - 785 letture

In questo articolo si parla di sport, jesi, rugby, rugby jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/o10





logoEV