L'Amministrazione comunale aderisce allo sciopero della Cgil, Paradisi chiama i Carabinieri

municipio 1' di lettura 06/09/2011 -

I dipendenti comunali di Senigallia, quasi nella totalità, hanno aderito martedì mattina allo sciopero generale indetto dalla Cgil. E la maggior parte degli uffici del Municipio sono rimasti chiusi.



Il Consigliere del Coordinamento civico di Senigallia Roberto Paradisi, giunto in Comune e non trovando garantite le prestazioni essenziali (il consigliere si è appellato alla legge 146 del 1990 che obbliga ogni amministrazione a garantire i servizi essenziali garantendo l’astensione dallo sciopero di quote di lavoratori), ha quindi deciso di richiedere l'intervento dei Carabinieri "al fine di verificare il rispetto della legge".

Il Consigliere di opposizione infatti ha ritenuto “semplicemente grottesco che un intero Comune faccia una serrata lasciando i propri cittadini allo sbando”. “Personalmente -conclude Paradisi- mi sono intrattenuto presso i portici di piazza Roma spiegando ai cittadini disorientati che avevano necessità di interagire con la struttura comunale una situazione che ha rasentato l’incredibile”.






Questo è un articolo pubblicato il 06-09-2011 alle 19:25 sul giornale del 07 settembre 2011 - 4010 letture

In questo articolo si parla di attualità, Sudani Alice Scarpini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/o6r





logoEV