Operazione Atlantide: assunzioni di comodo per ottenere permessi di soggiorno, 155 denunciati

Carabinieri Jesi 19/09/2011 -

Un'Atlantide nostrana quella che i Carabinieri della Compagnia di Jesi hanno portato alla luce dopo una complessa e articolata indagine durata circa un anno. Quello che è emerso non sono i resti della leggendaria isola scomparsa, bensì un giro di false assunzioni come colf e badanti di cittadini stranieri clandestini.



Stranieri su cui gravavano dei provvedimenti di espulsione sul territorio nazionale, venivano assunti con contratti “di comodo”, al fine di regolarizzare la loro posizione sul territorio nazionale.

L’indagine ha preso spunto da una strana assunzione avvenuta a Staffolo. I militari della locale stazione, infatti, erano venuti a conoscenza di un italiano in cassa integrazione che aveva assunto una colf cinese.

L'operazione di investigazione si è poi estesa a molti comuni della Vallesina controllando varie di queste posizioni e denunciando all’Autorità Giudiziaria ben 155 persone tra datori di lavoro e soggetti assunti.






Questo è un articolo pubblicato il 19-09-2011 alle 20:03 sul giornale del 20 settembre 2011 - 525 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, ilaria cofanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pvZ