Santa Maria nuova: passava attraverso sbarre di ferro alla finestra per rubare dal vicino

Carabinieri Santa Maria Nuova 25/09/2011 -

Un furbo Lupin nostrano quello che, da circa un mese, si intrufolava nell'abitazione del vicino per sottrargli soldi contenuti in alcuni cassetti. Un ladro agile che si arrampicava in una finestra e riusciva a scivolare nell'appartamento attraverso le fitte sbarre di ferro poste sulla finestra stessa.



I Carabinieri della Stazione di Santa Maria Nuova hanno deferito all’Autorità Giudiziaria l'uomo, di origine marocchina, per furto aggravato. Si tratta di A.A., poco più che diciottenne, nato in Italia e residente da tempo a Santa Maria Nuova. La vittima è un uomo di Santa Maria Nuova che, dopo il secondo furto, ha deciso di installare una sofisticata telecamera collegata a un computer.

Durante il suo terzo furto, A.A. si è impossessato, oltre che dei soldi, anche della telecamera e del computer che l'avrebbero senz'altro inchiodato. L’indagine dei Carabinieri, allertati dalla vittima, hanno permesso di raccogliere gravi indizi di colpevolezza sul conto di A.A., vicino di casa del derubato , e nel suo appartamento i militari, guidati dal Maresciallo Pietro Gagliardi, hanno bussato con un mandato di perquisizione emesso dalla Procura di Ancona. A seguito della perquisizione nell’abitazione di A.A. veniva rinvenuta la telecamera asportata.

Interrogato dai Carabinieri, il giovane ha poi confessato, dopo aver ammesso i furti, di aver ceduto il computer a un minorenne del paese. Un altro controllo effettuato dai militari nell'abitazione del ragazzo, ha poi permesso di rinvenire il computer, consegnato spontaneamente dal padre del giovane.

Ora A.A. dovrà rispondere dei furti, mentre il minorenne di ricettazione. L'intervento dei Carabinieri ha così ristabilito la tranquillità nel quartiere, dove i residenti si erano particolarmente allertati in seguito ai continui furti.








Questo è un articolo pubblicato il 25-09-2011 alle 12:20 sul giornale del 26 settembre 2011 - 567 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ilaria cofanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pHT