Santinelli (Pdl): gli unici che hanno fatto affari sicuri alle Fiere di San Settimio sono gli abusivi

Cesare Santinelli 28/09/2011 -

Sconcertante è il modo in cui è stato sintetizzato il bilancio di tre giorni di fiere seguite alla Festa di San Settimio.
In sintesi si parla di un grande evento che ha fatto fare grandi affari a tutti, compresi gli ambulanti abusivi.



Contrariamente é emerso chiaramente, parlando con gli ambulanti autorizzati, che il versamento al Comune di Jesi, che per tre giorni è ammontato mediamente a circa 500,00 €, non era stato minimamente coperto dagli incassi, in quanto in tanti chiedevano ma pochissimi erano coloro che acquistavano.

Infatti un notevole numero di presenze non significa automaticamente che c’è stato un elevato numero di acquirenti, considerate le problematiche economiche attuali che sono note a tutti. Comunque ciò che più sorprende è che si parla anche di grandi affari fatti dagli ambulanti abusivi, che essendo tali, sicuramente non avendo versato (esborsato) i circa 500,00 € al Comune, li hanno sicuramente guadagnati.

Tale notizia, la tolleranza verso l’illegalità, non può che portare per le Fiere del 2012, all’arrivo perlomeno di altrettanti ambulanti abusivi.

D’altronde la presenza dell’esiguo numero di Agenti della Polizia Municipale, fatto inspiegabile e inequivocabilmente rilevato, non permetteva di operare diversamente.

Da ciò può scaturire “un incentivo”, per alcuni soggetti a porre in essere comportamenti illegittimi, consapevoli che difficilmente saranno perseguiti.

Tant’è che degli abusivi hanno aggredito tre Agenti della Polizia Municipale mandandoli in ospedale.

Tutto questo è esattamente il contrario di quanto va sostenendo l’Amministrazione Comunale, al riguardo di sicurezza e lotta all’evasione.

Pertanto è mia intenzione chiedere all’Amministrazione Comunale:
- le motivazioni per cui il numero di Agenti della Polizia Municipale è stato così ridotto;
- l’ammontare delle somme riscosse dall’Amministrazione Comunale per l’occupazione di suolo pubblico e di eventuali oneri connessi e derivati;
- l’ammontare della somma di cui al punto precedente, decurtata di quanto trattenute dalla o dalle aziende appaltanti il servizio di riscossione tributi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2011 alle 18:11 sul giornale del 29 settembre 2011 - 962 letture

In questo articolo si parla di attualità, Cesare Santinelli, pdl

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pQl





logoEV