<| /yobee 2>

Uncini: non è ancora finita qui, i commercianti di Jesi riprendono la battaglia contro il piano Sadam

Remo Uncini 1' di lettura 28/09/2011 -

Non solo gli operai della Sadam sono preoccupati della attuazione del piano di riconversione che è stato firmato in Regione e deliberato il 4 luglio scorso dal consiglio comunale di Jesi.



Anche i commercianti di Jesi sono preoccupati, con successo si sono impegnati mettendo in allarme la città con i propri manifestini nei loro negozi e partecipando al consiglio comunale. Il Movimento democratico per la difesa del commercio non vuole che tale protesta resti un fatto episodico, ma, consapevole che altri passaggi istituzionali devono avvenire per garantire le varie autorizzazioni all’azienda, indice nel mese di ottobre una assemblea di tutti i commercianti di Jesi che dalla periferia al centro sono preoccupati che tale iniziativa metta in discussione la sopravvivenza delle loro attività. Vogliono far parte della trattativa per la definizione del piano del commercio sia provinciale e sia regionale e per far questo chiameranno tutte le organizzazioni sindacali del commercio ad un confronto con gli operatori commerciali di Jesi per stabilire come poter costruire un tavolo di concertazione per capire come si orienterà il tessuto commerciale nei prossimi anni nella provincia e nella regione e quali scelte commerciali si attueranno. Anche per i commercianti la battaglia per la difesa del commercio non è finita, ma continuerà uniti come siamo stati nei mesi scorsi nella difesa delle nostre attività, contro una politica che non tiene conto del tessuto economico e commerciale della città.



da Remo Uncini
Movimento democratico per la difesa del commercio




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2011 alle 10:27 sul giornale del 29 settembre 2011 - 877 letture

In questo articolo si parla di attualità, Remo Uncini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/pN9





logoEV