x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Monte San Vito: Sassi, da marzo Fli denuncia il rischio di perdere l'ospedale di Chiaravalle

2' di lettura
913
da Giorgio Sassi
Consigliere Comunale di Monte San Vito
Futuro e Libertà

Futuro e libertà|

Da alcuni giorni sembra che la politica chiaravallese si sia finalmente accorta del rischio che l’ospedale venga chiuso definitivamente.

Dal mese di marzo (7 mesi fa) con un volantinaggio effettuato dai giovani di Generazione Futuro di Chiaravalle (organizzazione giovanile di Futuro e Libertà) e successivamente con comunicati apparsi negli organi di stampa locale, il FLI aveva denunciato il progetto della Regione Marche di procedere ad una graduale riduzione dei servizi che altro non poteva che essere il tentativo di “svuotare” la struttura di servizi essenziali e rendere l’ospedale una scatola vuota.

l tentativo, comunque di ridurre i costi della regione non si ferma solo a questo, i tagli riguardano sia i servizi dell’ospedale sia la chiusura dei distretti sanitari sia la riduzione dei servizi di volontariato in particolare l’attività svolta sul territorio dal servizio di autoambulanza di Monte Marciano e di Agugliano, al momento non ancora inseriti nell’agenda politica locale ma che sono inseriti nel piano regionale di ristrutturazione.

Per l’ennesima volta il progetto di ridurre i costi va fatto pagare alle fasce più deboli della popolazione mentre crediamo che da ben altra parte si debba guardare per recuperare le risorse necessarie. Ad esempio alcuni giorni fa sono comparsi su organi di stampa gli stipendi mensili dei consiglieri regionali (da 10.000 euro a 15.000euro) e le pensioni degli ex (da 2.000 euro ad oltre i 5.000 euro) che viene riconosciuta a tutti coloro che abbiamo svolto almeno un mandato (5 anni). Futuro e Libertà denuncierà ogni tentativo di tagli alla sanità locale perché è uno degli impegni che un politico assume ogni volta che chiede il voto e non è come bollato dal PD monsanvitese sola “propaganda politica”.

Oggi stiamo pagando la superficialità di questa politica sperando che si torni a mettere i cittadini al centro della nostra attività e che la crisi che oggi il nostro paese sta vivendo, dopo l’aumento di tanti servizi non comporti anche una drastica diminuzione degli stessi.



Scarica il pdf Il volantino


Futuro e libertà|

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2011 alle 21:14 sul giornale del 10 ottobre 2011 - 913 letture